QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La ricostruzione della parte settentrionale dell’anello di Bruxelles costerà 3,5 miliardi di euro

La ricostruzione della parte settentrionale dell’anello di Bruxelles costerà 3,5 miliardi di euro

Nel 2021, si stima che saranno necessari tra i 2 e i 2,6 miliardi di euro per ampliare e modernizzare la parte settentrionale del cordone, da Sint Stephens Woolwey a Groot Bijgarden. Oggi, quel numero è improvvisamente diventato un ulteriore miliardo. “Nelle nostre stime teniamo conto dell'inflazione e dell'aumento dei prezzi dei materiali da costruzione dovuto, ad esempio, alla guerra in Ucraina”, spiega l'ufficio del ministro fiammingo della Mobilità Lydia Peters (Open VLD). “Oggi il progetto è anche più realistico e ora abbiamo una visione migliore di tutti i costi.”

Cooperazione tra settore pubblico e privato

Il governo fiammingo ha deciso venerdì di istituire un partenariato pubblico-privato (PPP) per la prima fase della riqualificazione della parte settentrionale. “In questo modo distribuiamo i costi e riduciamo l'impatto di bilancio di questo ambito”, spiega Maren Struve di De Werkvennootschap.

Concretamente si tratta del tratto compreso tra lo svincolo di Machelen con l'autostrada E19 e lo svincolo di Sint Stephens-Wollow con l'autostrada E40 in direzione Lovanio. Le Fiandre hanno completamente ridisegnato quella parte dell'anello che era stata progettata e prodotta da un partner privato. I lavori della prima fase dovrebbero iniziare nel 2026 e costeranno 1,2 miliardi di euro.

gruppo

Zaventem è la prima parte dell'anello ad essere ridisegnata a lungo termine, e le Fiandre si occuperanno di tutta la parte settentrionale. A tal fine, nel mese di marzo il governo fiammingo ha approvato il Piano di attuazione territoriale regionale (GRUP) per l'intero progetto.

Non è ancora noto quanto dureranno i lavori di ricostruzione e quanti disagi causeranno. “Prevediamo che i lavori nell'area di Zaventem dureranno dai quattro ai cinque anni, ma la durata esatta dipende dall'approccio consortile che alla fine sceglieremo”, stima Struve. “Anche il consorzio che può eseguire i lavori più velocemente guadagna punti, e lo è non è solo il prezzo che conta.”

READ  Panoramica. Orari di chiusura per la ristorazione, viaggi sicuri e grandi eventi

Pianifica meno interruzioni

Struyf sottolinea inoltre che attribuiscono grande importanza alla riduzione dei disagi del traffico. “La nostra gara d'appalto richiede alle aziende partecipanti di presentare un 'piano di minimizzazione delle interruzioni'”, afferma. “Abbiamo fissato requisiti minimi, ad esempio tre corsie devono rimanere aperte al traffico sulla tangenziale. Chiediamo anche che i collegamenti principali della tangenziale rimangano aperti durante i lavori.

Una volta completata la sezione, il governo fiammingo pagherà una cosiddetta tassa di disponibilità per l'utilizzo di questa sezione dell'anello per trent'anni. “Il fatto che includiamo la manutenzione nel partenariato pubblico-privato è fondamentale”, afferma Peters Cabinet. “Abbiamo dovuto smaltire molti arretrati di manutenzione e vogliamo assicurarci che venga eseguita un'adeguata manutenzione stradale sulla tangenziale.”

Strade parallele

Tra gli incroci Sint-Stevens-Woluwe e Machelen il traffico sarà separato dal traffico locale da tre corsie, mentre la strada parallela avrà due corsie. Successivamente verrà riprogettato anche il tratto tra Machelen e Groot-Beijerden, che comporterà un ampliamento di tre o quattro corsie per senso di marcia. A differenza dei piani precedenti, non ci saranno strade parallele.

Secondo Struve non si tratta solo di ampliare l'anello, ma anche di modernizzarlo, migliorarlo e integrarlo meglio nell'ambiente. A lavori ultimati dovrebbe esserci più spazio verde. “L’anello occuperà un po’ più di spazio in alcune parti, ma nel complesso verrà rimossa più superficie. Lo stiamo facendo, ad esempio, all’incrocio tra St Stephens e Lowe, che sarà più compatto dopo la riprogettazione.

Nel prezzo complessivo di 3,5 miliardi, ad esempio, sono compresi anche i costi per ridurre l'impatto negativo dell'episodio. “500 milioni di dollari sono stanziati per misure relative alla qualità della vita, come le infrastrutture ciclistiche e la costruzione più profonda della tangenziale in modo che abbia un impatto minore”, spiega Struif.

READ  Questa è l'auto elettrica più veloce del mondo: in vendita a 2,1 milioni di euro | Frasi

Svincolo tra la A201 e Leonard

Alla fine della prossima estate, l'Agenzia fiamminga per le strade e il traffico avvierà un altro progetto, la ricostruzione dell'autostrada A201 che collega Bruxelles all'aeroporto di Zaventem. Anche l'incrocio con il Ring sarà completamente rivisto. “C'è una certa sovrapposizione con la riqualificazione del Ring e prevediamo che il cantiere sulla A201 durerà circa 3,5 anni”, afferma Struif.

Per intenderci, i tanto discussi lavori sul Vierarmentunnel o sul Leonard Crossing non rientrano in questo progetto, si tratta di ristrutturazioni periodiche.