QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Lancio di un’importante campagna di vaccinazione contro la malaria in Africa: “un risultato importante”

Lancio di un’importante campagna di vaccinazione contro la malaria in Africa: “un risultato importante”

Ogni minuto un bambino sotto i cinque anni muore di malaria. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni anno nel mondo muoiono 600.000 persone a causa di questa malattia. La maggior parte di loro sono bambini africani di età inferiore ai cinque anni.

“Un grande passo avanti”

“Questa è sicuramente una pietra miliare”, ha detto Teon Buscema a RTL News. È professore di epidemiologia e malattie infettive tropicali presso il Radboud University Medical Center. “Questo è un enorme passo avanti. Salverà molte vite.”

Ci sono voluti quarant'anni per realizzare il vaccino. Buscema spiega che ciò è dovuto al fatto che la malaria ha molte manifestazioni diverse. “Quindi è difficile per gli esseri umani sviluppare l’immunità alla malaria e sviluppare un vaccino efficace”.

Dopo il successo delle sperimentazioni in Malawi, Kenya e Ghana, la campagna di vaccinazione viene ora lanciata su larga scala. Questa settimana è la campagna Lanciato in Camerun. Altri diciannove paesi africani seguiranno nei prossimi mesi.

Perché il vaccino funzioni in modo ottimale sono necessarie quattro dosi. La ricerca mostra che i bambini sono protetti al 33%. Ciò può sembrare deludente, ma Buscema sottolinea che ogni anno 200 milioni di persone vengono infettate dalla malaria e centinaia di migliaia di bambini muoiono. “Questo vaccino potrebbe prevenire circa il 15% di tutti i decessi tra i bambini nella fascia di età più vulnerabile alla malaria”.

Pertanto, si prevede che i camerunensi arriveranno in gran numero per ottenere il vaccino. Ma Foto dall'agenzia di stampa Reuters Si vedono gli operatori sanitari girare i pollici. I giornalisti dell'agenzia di stampa hanno visto entrare un manipolo di mamme con i loro bambini.

READ  Strisce per volontari Alzheimer Nederland

“Sembra che non ci sia stata una buona campagna mediatica”, dice Sophie van Leeuwen, corrispondente dall'Africa. “Sembra che qui il governo abbia fallito”. Anche il direttore di un ospedale del Camerun ha sottolineato la mancanza di informazioni. “Mi sarebbe piaciuto vedere più interesse per il vaccino”, ha detto a Reuters.

Zaino più fresco

Van Leeuwen sottolinea che il lancio del vaccino richiede tempo. “Se le persone vedono il loro bambino morire di malaria e il figlio del vicino non muore, probabilmente ciò avrà un impatto”.

Wouter Boijs, portavoce e specialista in emergenze dell'UNICEF Paesi Bassi, sottolinea che ci vorrà del tempo per garantire che più genitori vaccinino i propri figli. “Sappiamo che le campagne di vaccinazione funzionano se facciamo del nostro meglio”. L'organizzazione umanitaria è coinvolta nell'acquisto e nella distribuzione dei vaccini contro la malaria. L'UNICEF fornisce anche informazioni sull'importanza delle vaccinazioni, ad esempio attraverso i media locali.

Il ricercatore sulla malaria Buscema afferma che le persone in Africa sono interessate a farsi vaccinare. “Il tasso di vaccinazione nei paesi africani è molto buono. È diverso per le aree di conflitto, ma nelle aree stabili la vaccinazione non è un problema.” Puig: “In casi estremi, gli operatori umanitari si recano in località remote con uno zaino refrigerato”.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha recentemente approvato un secondo vaccino contro la malaria. Questo vaccino R21 è stato sviluppato dall'Università di Oxford e dovrebbe essere disponibile sul mercato intorno a giugno. I primi risultati sono promettenti, nonostante la cautela di Buscema. “Questo nuovo vaccino sembra essere almeno efficace, ma non è stato ancora fatto un buon confronto tra i vaccini. Tuttavia, il vaccino R21 è più economico e più facile da produrre.”

READ  Tosse o naso che cola? "Un autotest misto prima di una festa potrebbe rallentare l'epidemia di influenza"

Buscema sostiene che il danno economico causato dalla malaria all’Africa è enorme. «Una stima prudente è che la malaria costa al continente africano 30 miliardi di dollari (circa 28 miliardi di euro, ndr) ogni anno». Ciò include i costi ospedalieri, i farmaci e i costi derivanti dall’impossibilità dei genitori di andare al lavoro. “La malaria può anche causare gravi danni residui per il resto della vita”, afferma il ricercatore sulla malaria. Egli avverte che sono ancora assolutamente necessarie misure preventive come le zanzariere.

La settimana scorsa sono arrivate altre buone notizie nella lotta contro la malaria. Lo ha annunciato Capo Verde Era libera dalla malaria. L’isola al largo della costa dell’Africa occidentale è libera da casi di malaria da tre anni. L’Algeria è stata dichiarata libera dalla malaria nel 2019.