QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Anversa prende il primo posto dopo una solida partita contro il Genk, Balikwicha fa esplodere Boswell |  Jupiler Pro League 2022/2023

L’Anversa prende il primo posto dopo una solida partita contro il Genk, Balikwicha fa esplodere Boswell | Jupiler Pro League 2022/2023

Anversa al potere. Dopo una sofferta vittoria sul Racing Genk, Great Old sta già balzando in pole position. Grazie a due errori di Sadick, Alderweireld e Balikwisha sono riusciti a invertire un putt sbilenco. A tempo perso, l’assistente di King Mike Tresor, come Aziz Ouattara, ha ricevuto un altro costoso cartellino rosso. De Bosuil è esploso, ma ha anche capito: con tre squadre a un certo punto, sarebbe molto entusiasmante negli spareggi.

Anversa – Genk in poche parole

Momento chiave: Poco prima dell’intervallo, l’Anversa ha ricevuto il secondo rigore della partita. Dopo che Jansen aveva commesso fallo in precedenza, ora era Toby Alderweireld a posizionarsi dietro la palla. Alderweireld trasforma con sentimento il calcio di rigore, dopo l’intervallo The Great Old usa la tribuna per batterlo. Il Genk non ne può più.

uomo partita Centrale era ancora una volta un fortissimo Mandela Keita che giocava a calcio. Dopo il suo gol contro l’Al-Ittihad mercoledì, ha avuto ancora una volta un buon tiro. Insieme ad Arthur Vermeeren, il centrocampo dell’Anversa continua a progredire.

distinto: Per la prima volta dal 15 ottobre, il Racing Genk deve cedere la posizione di testa. Sembra il peggior momento immaginabile per rinunciare al ruolo, a due giorni dalle qualifiche. Ci vorrà del tempo, ma il Genk dovrà probabilmente chiuderla completamente senza Tresor, che alla fine è stato espulso.

Calcio forte e due gol prima della fine del primo tempo

Modelli divergenti, come ci aspettavamo in precedenza. Attacco contro difesa, una forza inarrestabile contro un oggetto immobile, qualcosa del genere.

Nel primo tempo siamo stati particolarmente duri contro le soft. È stata una partita a biglie, forse per il titolo, con tanto di duelli e grinta. Lambrechts ha dovuto spegnere gli incendi.

L’Anversa ha avuto la palla nel primo quarto senza reali occasioni. Dall’altra parte, Keita ha lasciato che il suo uomo Mackenzie entrasse nell’angolo. Tre volte l’americano è stato autorizzato a servire la palla a Botez indisturbato, e alla terza occasione la fustigazione ha tagliato il traguardo.

La squadra di casa è rimasta indietro, ma non si è disperata. Il solo continuare a farlo ha portato a un calcio di rigore dopo che Sadick è stato goffamente soffocato nel suo duello con Janssen. L’errore è avvenuto sulla linea, ma è stato anche lì che Vandevoordt ha afferrato la palla pochi istanti dopo. Tutte le cose buone che Jansen aveva mostrato dal dischetto all’inizio della stagione sembravano essere svanite. Un debole calcio di rigore dell’olandese.

Mandela Keita sembrava dare il più grande risveglio, poco prima della pausa. La sua fiamma è a soli 25 metri dalla rete.

O almeno, perché ancora una volta The Great Old ha ricevuto un rigore. Brian Heynen è entrato per prendere la palla in area di rigore e da qualche parte sul pavimento la palla gli è rimbalzata sul gomito. Davvero una ricompensa, ma una punizione, non un cuore. Ora era il capitano Alderweireld da dietro la palla. Con un tocco vellutato, questa volta Vandewoord è rimasto senza possibilità. Pareggio al primo tempo.

ipossia

Una spinta enorme per la squadra di casa, che sembrava aver subito pressato a morte il Racing Genk a mani nude dopo la sosta. Sulle onde sonore dei Legionari Rossi sugli spalti, ai visitatori è stato impedito di respirare.

Ne è seguita una mancanza di ossigeno per Majid Sadiq, che ha preso un pallone da Vandewoordt con molta disinvoltura. Michel Ange Balikuesha ha fatto una bella merenda e presto è rimasto solo davanti al portiere del Genk. Un’esplosione a Bosuil, ma ci sono già abituati ad Anversa.

Botez ha perso la 28esima porta inviolata già nel primo tempo, ma dopo l’intervallo l’Anversa ha giocato dalla panchina, controllando un calcio potente. Sadick è stato ancora una volta troppo lento e Janssen ha quasi raddoppiato il vantaggio, escludendo McKenzie.

Esitando, Genk ha dovuto voltare pagina, ottenendo una grande opportunità. Paintsil ha lasciato Avila nella polvere e il subentrato Tolo ha premuto il palo.

Poi le frustrazioni di Genk, crollata sull’inesorabile massiccio di Anversa, ne hanno frantumato la forza incontenibile. Munoz pensava di aver segnato di testa il 2-2 all’estremo, ma Ouattara ha spinto troppo il gomito.

Poi, quando non c’era assolutamente nulla da guadagnare, il Genk è stato deragliato dall’opposizione. Il re degli assist Mike Trezor si è mostrato e lo ha lasciato uscire dal campo con un cartellino rosso, un minuto prima della sirena. Ouattara ha seguito con un secondo giallo.

Un finale straziante con nove di questi per gli ospiti, e questo sembra valere anche per la fine della stagione. Se non riesce a battere Al Ittihad la prossima settimana, potrebbe essere completamente fuori dai giochi per il titolo. D’altra parte, Anversa sembra poter compiere il suo destino.

  1. Secondo tempo, minuto 100. Fatto a Bosuil. Lambrechts pensa che sia abbastanza e protegge il Genk da ulteriori scompigli con il suo fischio finale. Anversa fa il suo dovere in casa e si eleva al primo posto, meritatissimo. I disordini continuano a crescere nel campo e Steward ritiene necessario proteggere i Lambrechts Ref. Soprattutto Munoz non riesce a stare con i suoi sentimenti. & nbsp; .
  2. Il secondo tempo, al 99′, la partita è finita
  3. Secondo cartellino giallo per Aziz Watara Mohamed del KRC Genk nel secondo tempo, minuto 98
  4. Secondo tempo, minuti 97. Spike deraglia, Genk con 9! E anche Aziz Ouattara si sta facendo il bagno, anche se non riesce a crederci. Il suo secondo cartellino giallo dopo essere entrato. Davanti alla banca ci sono circa 30 uomini che spingono e spingono. .
  5. Espulsione per Mike Tresor (KRC Genk) nel secondo tempo, minuto 97
  6. Secondo tempo, 95° minuto Oh no, Trezor sta impegnando le sue qualificazioni! Se disturbato, si rimescola molto velocemente e i Lambrecht diventano rossi. Giocherà ancora in questa stagione? .
  7. Secondo tempo, minuto 94. No, questo Genk non segnerà più. Anversa è troppo forte e le idee del Limburgo sono troppo deboli. C’era molta frustrazione tra i visitatori, ma in realtà tutte le decisioni erano corrette. .
  8. Cartellino giallo per Brian Hein del KRC Genk durante il secondo tempo, 93° minuto
  9. Cartellino giallo per Aziz Ouattara Mohamed del Kink Genk nel secondo tempo, minuto 92
  10. Secondo tempo, minuto 89. Gol annullato. La palla ha colpito la rete dell’Anversa su corner degli ospiti. Munoz ha dato una testata, ma Ouattara ha prima piantato il gomito sul naso di Botez. I ragazzi in blu protestano forte ea lungo, ei Lambrecht usano selvaggiamente il suo cartellino giallo. Si nota anche l’assistente di banca de Genkse. .
  11. Secondo tempo, minuto 87. Rumore. Il popolo di Anversa ha deciso di assordare l’opposizione. Tawny Owl si unisce alla squadra come un tutt’uno e urla a squarciagola. .
  12. Secondo tempo, minuto 87. Sostituzione KRC Genk, dentro Liera Sur, fuori Patrick Hrosovski
  13. Di nuovo Vandevoordt. Gli Steng passano per Arteaga e poi calpestano Vandevoordt. Gran dribbling dell’olandese, ma il vantaggio resta di un gol. . Secondo tempo, 85° minuto.
  14. Cartellino giallo per Calvin Stings di Anversa nel secondo tempo, 85° minuto
  15. Secondo tempo, min 84. Impegnato intorno al 16, l’Anversa si fa pressione. Non intelligente, e ancora una volta Genk ottiene un calcio di punizione in un punto debole. Butez può facilmente scegliere. & nbsp; .
  16. Secondo tempo, minuto 84. Luca Owen fa vedere che tipo di calciatore è. Alderfeld e Pateye vengono presi in giro vicino alla bandierina d’angolo. Due cancelli più in alto, Trezor spara ma va a segno. .
  17. Secondo tempo, minuto 83. Sostituito ad Anversa, entra Zino van den Bosch, esce William Bachchu
  18. Secondo tempo, min 83. Sostituzione ad Anversa, Gerano Kirk, fuori Michel-Ange Balikuesha
  19. Secondo tempo, 82° minuto.
READ  Friedberg spiega il motivo della partenza di Hodt