QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le autorità ucraine non possono controllare la radioattività a Chernobyl: “I soldati russi risentirebbero degli effetti delle radiazioni”

© Reuters

Le autorità ucraine non sono riuscite a ripristinare il monitoraggio della radioattività a Chernobyl, nell’Ucraina settentrionale. Le forze russe hanno affermato di aver stabilito una rete sotterranea quando hanno occupato il sito.

evdgfonteBELGA

“Il sistema di monitoraggio del livello di radioattività nella zona di esclusione è ancora rotto”, ha affermato Yevgen Kramarenko, capo dell’agenzia statale responsabile della zona di esclusione di Chernobyl.

“I server che gestiscono queste informazioni sono spariti”, ha aggiunto durante una videoconferenza seguita da AFP. “Non possiamo dire se (l’area) sia completamente sicura”.

“Fino a quando non verrà ripristinata l’elettricità e gli operai non avranno il permesso delle forze armate di recarsi ai posti di blocco delle radiazioni, non possiamo valutare il danno che hanno fatto”.

Effetti delle radiazioni

Secondo Kramarenko, le truppe russe hanno scavato a Chernobyl in diversi luoghi. “Hanno seppellito attrezzature pesanti e costruito trincee e persino cucine sotterranee, tende e fortificazioni”, ha detto. “Una di queste fortificazioni si trova vicino a un deposito temporaneo di scorie radioattive”.

L’esercito russo ha occupato la centrale nucleare il primo giorno dell’attacco di Mosca all’Ucraina il 24 febbraio. Le truppe si sono ritirate alla fine di marzo, secondo le autorità ucraine.

Kramarenko ha avvertito che i soldati russi avrebbero sentito gli effetti delle radiazioni “molto presto”. “Alcuni entro un mese, altri entro anni.”

Secondo lui, circa 1.000 soldati russi sono stati schierati a Chernobyl per diverse settimane, insieme a 50 veicoli blindati.

READ  Christina (23 anni) e Galib (57 anni) danno alla luce venti figli in meno di un anno: “Ogni madre surrogata ha ricevuto 8000 euro” | uno sconosciuto