QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“L’Europa è lenta a lanciare una rete 5G veloce e rischiamo di nuovo la perdita di posti di lavoro” Internet

L’Europa è in ritardo nell’introduzione del veloce Internet mobile 5G. Al ritmo attuale, l’Europa avrà bisogno di almeno altri due anni per raggiungere il livello della Cina. E ‘quanto ha affermato Borge Aecom, CEO del produttore svedese di apparecchiature per telecomunicazioni Ericsson, in un’intervista al quotidiano francese “Le Monde”. Avverte che l’Europa rischia di perdere nuovi posti di lavoro.




Secondo Eckhom, l’Europa era già indietro sul 4G. Secondo lui, questo potrebbe spiegare perché non ci sono grandi attori digitali in Europa. “Le piattaforme principali sono quasi tutte americane o cinesi, le due regioni in cui è stato lanciato per prime il 4G. Temo che ciò accadrà di nuovo con il 5G e che l’Europa perderà molte delle funzioni del futuro”.

Secondo il capo di Ericsson, anche l’Australia, la Corea del Sud e il Medio Oriente sono davanti all’Europa. In Cina, l’11% degli abbonati passa ora al 5G. In Nord America la cifra è del 4% e in Europa è di circa l’1%.

Licenze costose

Come motivo del lento lancio del 5G in Europa, Eckhom cita rendimenti degli investitori inferiori. Sia in Europa che negli Stati Uniti, le licenze per utilizzare alcune frequenze portatili sono molto costose. Ma mentre gli operatori statunitensi hanno le frequenze che acquistano, sono solo per un periodo limitato in Europa. Secondo lui, gli investitori stanno perdendo di conseguenza. Inoltre, la procedura di autorizzazione è molto lenta e complicata.

Anche l’opinione pubblica sui potenziali rischi del 5G gioca un ruolo, secondo il presidente di Ericsson. “Proprio come con il vaccino Corona, ci sono dubbi anche qui. Tuttavia, gli studi hanno sufficientemente dimostrato che il 5G non ha effetti negativi sulla salute”.

READ  Le forze statunitensi lasciano una delle loro più grandi basi in Afghanistan | all'estero