QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Italia dà il benvenuto all’arte antica saccheggiata dall’America

Tra gli oggetti consegnati dai funzionari statunitensi alle loro controparti italiane a settembre c’erano “La testa di marmo di Atena”, del valore stimato di 3 milioni di dollari, e un dipinto rubato da Ercolano, un’antica città romana vicino a Pompei.

Al di là del loro valore commerciale, le opere d’arte recuperate sono di “inestimabile importanza” per l’identità storica, artistica e culturale dell’Italia, ha dichiarato in conferenza stampa il generale Vincenzo Molinese, capo del Nucleo artistico dei Carabinieri.

A settembre, l’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan ha affermato che gli oggetti d’antiquariato sono stati venduti da criminali e alcuni sono finiti nella collezione del miliardario gestore di hedge fund Michael Steinhardt.

L’Italia ha da tempo un problema con il saccheggio e il contrabbando del suo patrimonio artistico e archeologico, ma i Carabinieri insistono sul fatto che sono sempre più in grado di trovare e recuperare opere d’arte rubate.

Per illustrare i loro sforzi, lo scorso anno è stato aperto a Roma un museo di arte conservata, che espone dozzine di statue, giare, cofanetti, piatti e monete in una sezione delle Terme di Diocleziano, un tempo le più grandi terme dell’Impero Romano.

READ  Italia: come una favola si è trasformata in sogno - calcio internazionale