QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Lo sciopero della cava vallone inizia la seconda settimana | interno

Lunedì ci sarà un altro sciopero in molte delle cave vallone di proprietà del produttore di aggregati Sagrex. Un sindacato conferma che la campagna sta entrando nella sua seconda settimana.

Nelle cave di Liegi (Anges e Moha) e Namur (Isemont e Piz), tra le altre, i dipendenti hanno svolto il loro lavoro. I lavori sono iniziati lunedì scorso a causa dell’insoddisfazione per la mancanza di compensazione per l’aumento dei costi del carburante. Mercoledì un tentativo di mediazione è fallito. Poi i sindacati hanno presentato una controproposta, ma la dirigenza l’ha respinta.

“Data la posizione della dirigenza, lo sciopero continuerà. Lunedì consulteremo tutti i dipendenti sul seguito delle misure che verranno adottate”, ha affermato il delegato dell’FGTB Frederic Lucetta.

Sagrex è il leader di mercato nel mercato belga e olandese. Gli aggregati sono utilizzati nelle costruzioni, più specificamente come componente principale del calcestruzzo. Il gruppo impiega quasi 400 persone, distribuite in 20 località, 18 delle quali in Belgio e due nei Paesi Bassi. L’azienda è rappresentata sul mercato belga con i marchi CBR, Sagrex e Inter-Beton.

Colpisci sette cave di Sagrex vallone a causa degli elevati costi del carburante

READ  Tesla completamente automatizzata è ancora lontana, secondo una nota interna | le auto