QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La metà del popolo fiammingo teme di finire in povertà. 1 di 3 è già breve | prezzi dell’energia

Secondo il Big Money Survey di Het Laatste Nieuws e VTM Nieuws, un Fleming su tre non vede arrivare abbastanza soldi ogni mese per pagare tutti i costi. Quattro su dieci devono sgranocchiare i propri risparmi per sbarcare il lunario. Anche un Fleming su dieci prenderà in prestito per questo. Come soluzione, vogliamo risparmiare in modo significativo, oltre a lavorare un po’ di più.

Se non siamo finalmente nella morsa del Corona, le preoccupazioni finanziarie continuano a riemergere in molti soggiorni. Scansionando i grandi soldi per “VTM Nieuws” e “Het Laatste Nieuws”, un migliaio di fiamminghi hanno aperto il loro portafoglio, che è diventato sempre più leggero a causa della maggiore durata di conservazione. Secondo il 64% dei fiamminghi, il nostro potere d’acquisto – quanto può spendere in media una famiglia – è diminuito nell’ultimo anno. Lo stesso grande gruppo è pessimista sul futuro a questo proposito e prevede che il potere d’acquisto continuerà a diminuire. Tuttavia, il Belgio è uno dei pochi paesi con un indice salariale automatico, un meccanismo che protegge i salari dall’inflazione quando viene superato l’indice pivot. Tuttavia, sette fiamminghi su dieci non sono d’accordo con l’affermazione secondo cui un confronto spontaneo di prestazioni o salari è sufficiente per assorbire gli aumenti di prezzo.

“Non tutti sono sulla stessa barca”, afferma Geert Langenus, macroeconomista della Banca nazionale. “Il potere d’acquisto medio rimane ragionevolmente stabile, ma ciò è dovuto anche a più lavoratori ea causa dell’interferenza del governo qua e là. Ma il potere d’acquisto reale è diminuito per molte persone. Questo anche perché per molti dipendenti ci vuole ancora del tempo prima che i salari aumentino. Il 1° gennaio, i salari di un grande gruppo aumenteranno del 10%, ma a queste persone non importa ora quando devono pagare le bollette alte”.

spaventato e pessimista

L’impennata dei prezzi dell’energia, la bolletta del negozio, la bolletta della scuola: sembrano spaventare i fiamminghi. Almeno il 47% – quasi la metà – ha risposto sì alla domanda “Hai paura di finire in povertà?” Tra i fiamminghi di età compresa tra i 35 ei 49 anni, questa percentuale raggiunge il 56%. Un terzo dei fiamminghi afferma che il proprio reddito mensile non è abbastanza alto per pagare tutti i costi. Non ci sono nemmeno differenze significative tra occupati e non lavoratori in questo senso. I rapporti poco entusiasmanti sui prezzi dell’energia cadono nel vuoto: il 46% teme che a un certo punto non sarà più in grado di pagare la bolletta dell’energia. Nella fascia tra i 35 ei 49 anni – un gruppo con molte persone con doppio reddito – sono sei su dieci. Quattro su dieci usano i propri risparmi per sbarcare il lunario. Infatti, uno su dieci prende in prestito per pagare tutto.

READ  La mappa della corona europea diventa meno rossa


citazioni

La fiducia dei consumatori è molto bassa da febbraio. Le emozioni giocano un ruolo importante in questo. Più forte è il suono che i prezzi di gas ed elettricità non sono più convenienti, più le persone lo pensano.

Gert Langenus, macroeconomista presso la Banca nazionale

“È straordinario che metà della paura finisca nella povertà. Ma questo non ha davvero senso, perché non accadrebbe con un gruppo così grande”, afferma Langenus. Ma questo non mi sorprende, perché le persone spesso peggiorano la situazione. Lo vediamo chiaramente nella fiducia dei consumatori. È stato piuttosto basso da febbraio e sta salendo lentamente. Le emozioni giocano un ruolo importante in questo. Più forte è il suono che i prezzi di gas ed elettricità non sono più convenienti, più le persone lo pensano. La tua ricerca mostra che i giovani sono più positivi su questo, ma è anche possibile che non sentano la crisi energetica sotto le ali della madre e del padre”.

più o meno

I fiamminghi vedono due cose come un’opportunità per alleviare lo stress finanziario: lavorare di più e risparmiare. Uno su cinque svolge effettivamente uno o più lavori per mantenere il potere d’acquisto. Per i bambini dai 18 ai 34 anni, questo è vicino alla metà. Uno su quattro afferma di essere ancora alla ricerca di qualcosa per i prossimi mesi per fare più soldi. Ci auguriamo di ottenere enormi risparmi riducendo il nostro consumo di elettricità (81%), riducendo il riscaldamento (79%) e facendo docce più brevi (72%). Fatta eccezione per i ragazzi: hanno quella classe – all’hotel della mamma? – Solo 61%. Acquista meno, prendi meno l’auto, spendi meno per vestiti, viaggi e cibo: c’è sempre una grande maggioranza di fiamminghi che sostiene tale intenzione.


citazioni

Non tutte le buone intenzioni si sono avverate. Tuttavia, penso che sia positivo che Fleming sia consapevole del potenziale di risparmio energetico.

Gert Langenus, macroeconomista presso la Banca nazionale

“Vedremo se funziona, perché penso che i numeri siano molto alti”, dice Langenus. Non tutte le buone intenzioni si sono avverate. Tuttavia, penso che sia positivo che Fleming sia consapevole del potenziale di risparmio energetico. È anche positivo che questi lavori flessibili siano popolari per guadagnare qualche soldo extra. Il nostro mercato del lavoro continua a funzionare molto bene. Risparmiare ha senso in questi tempi, anche se rallenterà l’economia. Tuttavia, al momento non sembra esserci una grave crisi in questo senso. Molti dati, come la fiducia delle imprese, sono ancora relativamente favorevoli”.


citazioni

L’indicatore del 2% su uno stipendio di 1.300 euro è di soli 26 euro, giusto? E l’indice del 2% sul salario di 4.000 euro è di 80 euro. Mentre una pagnotta costa lo stesso prezzo per entrambi.

Rudy Coddens (Vooruit), Presidente di Gent OCMW

non testato

Tuttavia, c’è molto movimento sotto la linea di galleggiamento, secondo il presidente dell’OCMW di Ghent Rudy Coddens (@Vooruit). Non lo sorprende che sempre più fiamminghi abbiano timori finanziari e metà temono la povertà. «Ho 62 anni e mi occupo di politica da quando ne avevo 28, di cui quasi dieci a capo dell’OCMW: non ho mai visto una situazione come oggi», sospira. Potere d’acquisto in calo e persone che si trovano improvvisamente in difficoltà finanziarie dopo diversi – a volte decenni – di anni di quiescenza: lo sentiamo ogni giorno Durante Corona abbiamo già visto persone che non hanno mai fatto parte dei nostri clienti prima: datori di lavoro flessibili, liberi professionisti , dipendenti del settore Eventi – ma si è ripreso. Ma ora i file si stanno accumulando, spesso da persone che non sono mai a corto di soldi e iniziano a lavorare ogni giorno. Non sono cambiate molto nel loro schema di spesa, ma quella costosa energia somma e questa è l’ultima goccia per molte famiglie. E i prezzi dell’energia sono ora il motore che guida Tutti i prezzi sono in forte aumento. Il puntatore del 2% su uno stipendio di 1300 euro è solo 26 euro giusto? E il puntatore del 2% su un 4000 euro di busta paga sono 80 euro. Una pagnotta costa lo stesso per entrambi. Se fai una battuta d’arresto qua o là, il gioco è fatto. Penso che quattro persone su dieci utilizzino i risparmi per sbarcare il lunario. Si sentono anche storie come questo qui e puoi vedere la pressione nei loro occhi quando te lo dicono.

Nel 2021, Ghent OCMW ha pagato parte o tutta la bolletta energetica a 48 famiglie. Quindi modifichiamo e sviluppiamo un piano di routing per impedire a queste persone di disconnettersi dalla rete come inadempienti. Quel numero di file è ora, poco più di sei mesi dopo, 106. Quindi è più che raddoppiato. Anche la nostra cella energetica, in cui dieci dipendenti hanno il compito di guidare i residenti di Gand con le bollette energetiche, sta registrando un aumento impressionante del flusso. E sono sempre le stesse storie: persone che usano i risparmi per pagare le bollette e poi si mettono nei guai al minimo contraccolpo. La scorsa settimana ho sentito la storia di un uomo che desiderava disperatamente vendere gli oggetti d’antiquariato che aveva ereditato dai suoi genitori. Venduto in preda al panico poco più di una mela e un uovo. Questo è triste, vero? “

Anche Tom ed Evelyn di Gand prestano attenzione ai più piccoli: “Lo spettacolo dura un altro minuto: apri il rubinetto, chiudi il rubinetto e sciacqua il sapone”. (+)

Il tasso sociale si estenderà alla classe medio-bassa? Come faranno a tassare i profitti aziendali? Rispondere alle tue domande sul Comitato consultivo per l’energia (+)

Dai controlli energetici ai 100 km/h in autostrada e alle restrizioni sulle carte carburante: con queste proposte gli esperti puntano a fornire potere d’acquisto al Belgio (+)

doppia intervista. Energy Dealers sul record: “Tetto? Tutto quello che vediamo è un biglietto di sola andata a prezzi più alti” (+)

Guarda anche: Lo ha deciso il comitato consultivo per l’energia

Guarda anche: La reazione di Paul D’Hoore al Comitato consultivo per le risoluzioni