QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’uomo più ricco d’Europa si strappa i pantaloni al Carrefour

Il miliardario francese Bernard Arnault sta vendendo la sua partecipazione nel gigante dei supermercati Carrefour dopo quasi 14 anni. Ad Arnaud non piaceva investire molto.

Financière Agache, la holding personale del miliardario francese di 72 anni, ha annunciato martedì che cederà la sua quota del 5,7% in Carrefour.

È stato venduto a importanti investitori per un importo complessivo di 724 milioni di euro.

724 milioni

Proventi dalla vendita di azioni

Bernard Arnault ha venduto il suo gruppo di azioni Carrefour per 724 milioni di euro.

Con questo, Arnault, il volto della holding del lusso LVMH, conclude una relazione di 14 anni con il gruppo di supermercati francese. Arnault aveva acquisito una quota del 9,8% in Carrefour nel 2007, insieme alla società di investimento americana Colony Capital e Exxon Capital.

Agache ha ridotto la sua partecipazione nel gigante dei supermercati a poco meno del 6%. Ciò ha reso Arnault il terzo maggiore azionista dopo le famiglie d’affari francesi e brasiliane Moline e Deniz. Con il suo investimento, Arnault sembrava desideroso di aiutare l’allora in declino catena di supermercati a crescere in modo più mirato.

Presto un po’ di guarigione

Ma il grandioso Papa non si è divertito molto a Carrefour. Reuters ha calcolato che 14 anni fa Arnault potrebbe aver pagato 47 euro per azione quando è entrato nel colosso francese dei supermercati. Voto a miglia di distanza da € 16,90 a cui Carrefour chiudeva il martedì sera. Secondo Reuters, Agash ha effettivamente iniziato a ridurre la sua partecipazione in Carrefour lo scorso anno, quando le azioni erano scambiate a circa 13 euro.

READ  EMA vieta i vaccini J&J distruttivi, gli Stati Uniti devono smaltire 60 milioni di dosi | interni

Arnault, l’uomo più ricco di Francia e il terzo uomo più ricco del mondo, sta vendendo la sua quota in un momento in cui un ulteriore miglioramento incombe su Carrefour. Il rivenditore ha recentemente annunciato che sta riacquistando le sue azioni per la prima volta in dieci anni. Per la prima volta in quasi un decennio, il gruppo ha anche pagato un dividendo in contanti anziché in azioni.


I tentativi del direttore del negozio di carburante canadese Couche-Tard di raggiungere Carrefour all’inizio di quest’anno si sono scontrati con una “suora” affermata nei circoli politici francesi.

Dall’inizio di quest’anno, la quota di Carrefour è aumentata di oltre l’11%. Ma ciò non cambia il fatto che il gigante francese del commercio al dettaglio ha sottoperformato molti dei suoi coetanei. Stanno beneficiando dell’ondata di fusioni e acquisizioni che sta investendo il settore: la catena di supermercati britannica Morrison è stata recentemente acquistata dal gigante del private equity.

Dall’inizio di quest’anno, gli investitori sembrano meno credibili in uno scenario simile di acquisizione di Carrefour. I tentativi del direttore del negozio di carburante canadese Couche-Tard di raggiungere Carrefour si sono scontrati con la compagnia “suora” negli ambienti politici francesi.

Leggi anche