QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Multe fino a 30mila euro e controlli stradali: l’Austria inizia oggi a chiudere i battenti ai non vaccinati

La chiusura su chi rifiuta il vaccino continuerà per dieci giorni. Circa due milioni di persone su una popolazione di nove milioni sono state colpite da questa misura. Il cancelliere Schallenberg ha anche annunciato che gli stessi stati federali potrebbero adottare misure più severe. La capitale, Vienna, ha già annunciato ulteriori misure. Ad esempio, i cittadini che sono stati vaccinati e guariti sono tenuti a presentare un test PCR per recarsi in un ristorante la sera e partecipare a eventi con più di 25 persone.

La chiusura non si applica ai bambini in età scolare. “Tutto a scuola rimarrà lo stesso”, ha detto Schallenberg. Il cancelliere spera che le misure portino a un aumento dei tassi di vaccinazione nel Paese. Attualmente, circa il 65% della popolazione austriaca è completamente vaccinata.

“Viruspolite”

Kronen Zeitung riferisce sul ritorno della “polizia virus”. “I controlli possono essere effettuati in qualsiasi momento, indipendentemente da dove e quando. Il ministro degli Interni austriaco Karl Nahammer ha sottolineato che “tutti i cittadini dovrebbero sapere di essere osservati”.

Chiunque ignori le misure di Corona nel Paese sarà severamente punito. Ad esempio, le persone che non collaborano all’ispezione sono costrette a sborsare 1.450 euro. Le violazioni della regola 2G (vaccinazione o cura) o della regola 3G sul posto di lavoro (vaccinazione, cura o test) sono soggette a multe da 500 a 3600 euro. Gli organizzatori di feste o eventi illegali sono puniti con la pena massima, rischiano una multa di almeno 30mila euro. Gli agenti possono richiedere il passaporto Corona in qualsiasi momento, ad esempio durante il controllo del traffico.

Domenica, molti austriaci si sono riuniti nella Cancelleria federale della capitale Vienna, per protestare contro il nuovo provvedimento.

Gli austriaci protestano contro il nuovo provvedimento alla Cancelleria federale di Vienna.Foto AFP

bandire

Il governo austriaco sta ora valutando di imporre un coprifuoco generale per tutti. Il ministro della Sanità austriaco Wolfgang Mochstein ha dichiarato domenica sera all’ORF che una decisione in merito sarebbe stata presa mercoledì.

Pochi giorni fa, il Paese ha introdotto regole più severe per le persone non vaccinate. Da lunedì della scorsa settimana, solo i pazienti con corona vaccinati o guariti sono ammessi in bar, ristoranti, parrucchieri e in occasione di eventi con più di 25 persone. Inoltre, i test negativi non contano più come biglietto d’ingresso, che è il punto cruciale della cosiddetta politica 2G. Dal 6 dicembre anche la validità del “Corridoio Verde” sarà ridotta a 270 giorni dopo la seconda vaccinazione. Chiunque sia stato vaccinato con il vaccino Johnson & Johnson avrà bisogno di una seconda vaccinazione a partire dal 3 gennaio 2022 per ottenere un certificato valido.

L’Austria ha registrato più di 10.000 nuove infezioni al giorno negli ultimi giorni. Un totale di 11.706 persone sono già morte nel Paese a causa del coronavirus.

Il cancelliere austriaco Alexander Schallenberg Image AFP

Il cancelliere austriaco Alexander SchallenbergFoto AFP

READ  Un aspetto li ha infastiditi: un paio di vendite "alla cieca"... (Alter)