QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Non ci sono prove che i taglieri di plastica causino danni dovuti alle microplastiche

Non ci sono prove che i taglieri di plastica causino danni dovuti alle microplastiche

UN Un influencer e un coach completo Avvisare tic toc Gli effetti dannosi dell'utilizzo di taglieri di plastica. A questo scopo fa riferimento alla ricerca scientifica. Usare taglieri di plastica significa esporsi alle microplastiche. Si dice che queste microplastiche contribuiscano a problemi di salute come il morbo di Alzheimer, il cancro, le malattie della tiroide, lo squilibrio ormonale, i problemi intestinali, l'infertilità e molto altro.

Schermata di video Su TikTok.

Le microplastiche possono essere rilasciate quando si utilizzano taglieri di plastica

Questo video TikTok indica a ricerca Pubblicato sulla rivista scientifica di scienze e tecnologie ambientali. Lo studio ha concluso che i taglieri di plastica sono una fonte significativa di particelle microplastiche nel cibo umano.

Micro e nanoplastiche Sono piccoli pezzi di plastica di dimensioni variabili da 1 nanometro a 5 mm. La ricerca ha tenuto conto del metodo di taglio e del materiale dei taglieri. I ricercatori l'hanno scoperto sul tallone Polipropilene (PP) Sono state rilasciate più microplastiche rispetto a polietilene (Polietilene ad alta densità).

Oltre a questi materiali Essere presente Principalmente anche taglieri di plastica Cloruro di polivinile (PVC). Diversi studi confermano che queste plastiche possono rilasciare nano e microplastiche se tagliate con i coltelli. Al di fuori ricerca Dall’Università degli Emirati Arabi Uniti, è stato scoperto che i taglieri di plastica in polietilene sono la fonte di contaminazione da microplastica nel pesce crudo e nel pollo. scorso ricerca Si tenta di indagare con precisione quante microplastiche possono essere rilasciate da un tagliere di plastica durante la preparazione del cibo.

Il fatto che la plastica venga rilasciata significa che finisce nel cibo

ricercatore medico. Mikey Vercauteren Dalla School of Bioscience Engineering dell’Università di Ghent, Factcheck.vlaanderen ha riferito di aver trovato solo sette articoli scientifici che affrontano la microplastica negli alimenti a causa dei taglieri di plastica. Ricerca che si basa esclusivamente su tre diversi gruppi di ricerca. “Ciò suggerisce che si tratta di una questione che non è stata studiata molto e che è stata discussa solo di recente”, spiega Vercauteren.

READ  Imam, allenatori sportivi e vicini aumentavano la loro preparazione per le vaccinazioni

Inoltre, ce ne sono diversi Ricerca Leggi che quando lavi la carne, gran parte delle microplastiche scompaiono. Secondo Vercauterín ciò indica che si stanno liberando microplastiche, ma non significa che lo siano anche loro

«Finiscono nel cibo, restano semplicemente fuori dal cibo: «Per fare una stima corretta di quante microplastiche sul nostro tagliere vengono effettivamente assorbite nel nostro tratto digestivo, dobbiamo vedere cosa succede a queste microplastiche». plastica dopo il taglio”. Secondo Vercauteren quest'ultimo aspetto non è ancora stato preso in considerazione negli studi.

Si sa poco sugli effetti delle microplastiche sull’uomo

Le microplastiche si trovano negli oceani e nei fiumi, nell’aria e nel suolo e anche nel nostro cibo. Una volta nell'ambiente, non si biodegradano e possono accumularsi negli animali, ad es pescaCiò significa che anche gli esseri umani lo consumano come cibo.

Le particelle che raggiungono l'uomo attraverso l'ingestione, l'inalazione o il contatto con la pelle non possono essere completamente decomposte e si accumulano in diverse parti del corpo. Sulla base di ricerche di laboratorio, A bendare L’esistenza delle microplastiche e i loro potenziali effetti ambientali tossici e negativi sugli organismi viventi sono ormai consolidati.

Finora lì Nessuna prova La microplastica rappresenta una minaccia per la salute umana. medico. Verkaterin sottolinea che l’ingestione di microplastiche non causerà malattie gravi o morte: “Lo avremmo già notato, perché siamo stati esposti alle microplastiche per molto tempo”. Ciò che non è ancora noto è quali quantità siano sicure o comportino rischi se consumate quotidianamente.

I danni si riscontrano solo in quantità molto elevate

L’aumento del consumo di plastica aumenta l’esposizione delle persone alle microplastiche. Ad alte concentrazioni o ad alta sensibilità individuale, le microplastiche possono causare lesioni infiammatorie, malattie neurodegenerative (come il morbo di Alzheimer), disturbi immunitari e cancro. Infertilità e squilibrio ormonale un motivo.

READ  colonna | Quanto fumi?

medico. Verkaterin aggiunge sfumature: “Una serie di fattori rendono difficile tradurre questa ricerca nella situazione reale. L'esposizione utilizzata nella ricerca sperimentale non è sempre rilevante perché spesso vengono utilizzate concentrazioni molto elevate e non realistiche.

Noi Digestivo Dotato di barriera protettiva. Una volta ingerito, il cibo e le eventuali microplastiche dovrebbero rimanere attaccate ad esso Fino in fondo Si sposta dalla nostra bocca allo stomaco e infine al nostro intestino. Durante questo processo il cibo, e quindi anche le microplastiche, saranno esposti ad ambienti acidi e digeribili. Ciò riduce la possibilità che la microplastica venga assorbita dal corpo.

Conclusione

I taglieri di plastica in polipropilene o polietilene possono rilasciare nano e micro particelle di plastica quando tagliati con i coltelli. Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se queste microplastiche finiscono effettivamente nel cibo. Al momento non ci sono prove che le microplastiche rappresentino un rischio reale per la salute umana.