QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Non si può abolire il petrolio a meno che tutti non ricomincino a vivere nelle caverne.”

“Non si può abolire il petrolio a meno che tutti non ricomincino a vivere nelle caverne.”

Il quotidiano britannico ha riferito che anche l’eliminazione graduale dei combustibili fossili non porterà allo sviluppo sostenibile “a meno che non si voglia che il mondo viva di nuovo nelle caverne”. Guardiano Al-Jaber.

Gli scienziati affermano che i commenti sono “incredibilmente allarmanti” e “negazione massiccia del cambiamento climatico”. I commenti di Al Jaber sono contrari allo scopo del vertice sul clima, che esaminerà se il mondo ha fatto abbastanza per rispettare gli accordi internazionali del 2015 per limitare il riscaldamento globale.

Esiste un ampio consenso scientifico sul fatto che ciò richieda l’eliminazione dell’uso dei combustibili fossili, in particolare del petrolio.

I più grandi inquinatori

Per questo motivo la scelta degli Emirati Arabi Uniti come paese ospitante della COP28 è stata criticata fin dall’inizio. Il petro-stato è tra i maggiori inquinatori netti del mondo. Al Jaber è anche amministratore delegato della compagnia petrolifera statale ADNOC. Ha almeno l’apparenza di un conflitto di interessi.

Al-Jaber ha detto la stessa cosa Guardiano I commenti “arrabbiati” sono arrivati ​​dopo le domande di Mary Robinson, presidente del Gruppo degli Anziani ed ex inviata speciale delle Nazioni Unite per il cambiamento climatico, durante un evento online in diretta il 21 novembre, più di una settimana prima dell’inizio della conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. .

“Ero pronto a venire a questo incontro per avere una conversazione sobria e matura. Non intendo in alcun modo partecipare a una discussione allarmistica. Non esiste scienza o scenario che dica che l’eliminazione graduale dei combustibili fossili raggiungerà 1,5 gradi Celsius”, Al. Ha detto Jaber.

Ha continuato: “Per favore aiutami, mostrami la road map per l’eliminazione graduale dei combustibili fossili che consentirà uno sviluppo sociale ed economico sostenibile, a meno che tu non voglia che il mondo ritorni a vivere nelle caverne”.

Le questioni sono fortemente controverse

Più di 100 paesi sostengono già la completa eliminazione dei combustibili fossili. Se l’accordo finale della COP28 lo richieda è una delle questioni più controverse del vertice e potrebbe essere il fattore chiave per determinarne il successo.

Gli oppositori dell’eliminazione graduale lo voglionoStage downI combustibili fossili possono continuare ad esistere, ma i gas serra che emettono devono essere catturati.

All’apertura del vertice sul clima di venerdì, il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha affermato che non c’erano dubbi: “La scienza è chiara: il limite di 1,5°C sarà possibile solo se alla fine smetteremo di bruciare tutti i combustibili fossili. Eliminazione graduale entro un periodo di tempo chiaro.

READ  La polizia entra in una casa dopo aver negoziato tutto il pomeriggio ... (interno)