QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Ondata di licenziamenti nel settore dei videogiochi: “I giochi diventeranno presto meno belli e meno buoni”

Ondata di licenziamenti nel settore dei videogiochi: “I giochi diventeranno presto meno belli e meno buoni”

Nel 2023 sono stati rilasciati molti giochi di successo. Nuovi giochi su Harry Potter (Hogwarts Legacy), Call of Duty, Resident Evil, The Legend of Zelda e Final Fantasy, per esempio.

Secondo lui, l'anno scorso tutti i giochi hanno generato ricavi per 169 miliardi di euro Preparazione Dall'analista del mercato dei giochi Newzoo. Un aumento rispetto al 2022, ma che ormai sta diventando inquietante per il settore dei giochi.

Migliaia furono licenziati

Ad esempio, Microsoft ha annunciato a gennaio che quasi 2.000 dipendenti potrebbero lasciare le varie divisioni di gioco del colosso tecnologico. Ciò riguarda principalmente i dipendenti Activision Blizzard, ma ci sono anche riscontri su ZeniMax (noto per Doom) e Xbox.

Un mese dopo, Sony ha introdotto un favore Dovranno lasciare 900 dipendenti che lavoravano in tutto il mondo nella divisione giochi PlayStation, ovvero l'8% della forza lavoro.

Alla fine di febbraio l'editore di giochi Electric Arts (EA) ha inoltre annunciato una riorganizzazione in base alla quale tra marzo e dicembre verrà licenziato il 5% dei suoi dipendenti, ovvero più di seicento posti di lavoro. Questa è la seconda ondata di licenziamenti in azienda, con quasi 800 persone che dovranno fare le valigie entro il 2023.

Ai tempi del Corona gli alberi sono cresciuti fino al cielo. Dovevamo restare a casa, il che significava vendere più giocattoli. Le società di gioco hanno registrato una crescita dei profitti, cosa che ha soddisfatto gli investitori. Ma quegli stessi investitori ora si stanno ritirando, afferma Matta Haggis Burridge, game designer e docente di giochi creativi e intrattenimento presso l’Università di Scienze Applicate di Breda (BUAS).

“Gli investitori consideravano i giochi come una fonte di denaro. Si aspettavano di arricchirsi molto rapidamente. Ma questa aspettativa non è realistica. Ora che il settore cresce meno rapidamente, vogliono indietro i loro soldi.”

READ  Mark Gurman: Apple rinvia il rilascio dell'Apple Vision Pro a marzo 2024 - Gaming - Notizie

Quindi le società di gioco devono ridimensionarsi. Ciò provoca un’ondata di licenziamenti. Ciò significa anche che i giochi del futuro saranno meno belli e di qualità inferiore, secondo Haggis Burridge.

I giochi stanno diventando meno belli a causa della fuga dei cervelli

“Per sviluppare un gioco, hai bisogno di molte abilità. Non puoi svilupparlo in un giorno. Se licenzi un terzo del tuo staff, perderai molte conoscenze. E le persone che restano saranno stressate e magari andarsene. Si ottiene più di una fuga di cervelli. “

Ciò è già avvenuto in passato con precedenti separazioni. “I giochi avrebbero potuto essere migliori e più belli se lo staff fosse rimasto lo stesso per anni. Se sei un critico, vedrai che molti giochi, ad esempio gli sparatutto in prima persona, sono simili. Sia in termini di storia che di design .”

Non sentirai gli utenti lamentarsi di questo. “Confrontalo con un film Marvel. Sai già cosa stai ricevendo. Ma non sai nemmeno cosa ti stai perdendo.”

Affari multimiliardari

Gli editori di giochi sono sospettosi riguardo ai costi dei giochi. Ma durante una causa I costi sono trapelati Tra gli altri, il gioco Horizon Forbidden West, realizzato dalla società olandese Guerilla Games. La realizzazione del gioco è costata 212 milioni di dollari e ha impiegato più di 300 persone.

Si tratta quindi di un business da miliardi di dollari, in cui anche le acquisizioni avvengono regolarmente. Ad esempio, negli ultimi anni Embracer Group, una holding svedese, ha acquistato diversi studi di gioco. Rendendola la più grande azienda europea di giochi per computer. Nel 2023 contava oltre 120 studi diversi.

Tuttavia, la società sta anche chiudendo facilmente studi meno redditizi, come Square Enix Montreal, noto per i suoi giochi Tomb Raider.

READ  Telegram Premium: la versione a pagamento è appena diventata più reale

Un'altra società di giochi, Unisoft, ha licenziato sessanta dipendenti l'anno scorso. “Sono stato licenziato senza preavviso. Sono divorziato, ho un mutuo e una figlia. Se qualcuno ha un suggerimento per trovarmi un altro lavoro, per favore me lo faccia sapere.” I dipendenti licenziati hanno espresso la loro disperazione e i colleghi di Ubisoft in uno Condividi su X.

Electronic Arts è famosa per giochi come The Sims e FIFA, che produce dal 1993. Tuttavia, a partire dalla stagione calcistica 2023/2024, ha perso i diritti su questo famoso gioco di calcio a causa di una disputa con la FIFA.

EA e FIFA non sono riuscite a raggiungere un accordo sui diritti di licenza per l'utilizzo del nome FIFA. La società di gioco ha pagato 150 milioni di dollari (142 milioni di euro) all'anno per portare il nome, e la FIFA ne voleva il doppio.

Titolo più redditizio

FIFA è stato uno dei titoli di maggior incasso di Electronic Arts. L'azienda ha guadagnato più di 1,6 miliardi di dollari all'anno solo dalla modalità Ultimate Team del gioco ed è possibile acquistare carte giocatore a pagamento. Puoi anche formare la tua squadra dei sogni. Questi costi erano in aggiunta ai costi di acquisto del gioco.

La perdita dei diritti su FIFA è costata a EA? No, secondo il giornalista di giochi Bas Vroegop.

“I fan si stanno riversando anche sul nuovo gioco di calcio chiamato EA Sports FC. Tutto ciò che riguarda la scatola di quel gioco è simile anche alla scatola di FIFA in termini di design. Supponendo che EA abbia ricavato meno soldi da esso, significa che si ripaga da solo perché non deve più pagare il canone.

READ  Samsung Smart Keyboard Trio 500 è stato lanciato all'inizio di maggio - redazione Samsung Belgio

Movimento ondulatorio economico

Secondo Vroegop il problema risiede principalmente nel rilascio di giochi con un certo movimento ondulatorio. “Se nel 2020 verrà lanciata una nuova console di gioco, come la Playstation, seguiranno molti giochi. Dopo quel picco, seguirà un periodo di depressione.”

Durante la crisi dovuta al coronavirus, l’uscita di molti giochi è stata posticipata perché i produttori di giochi non potevano lavorare in ufficio. A causa della carenza di chip, si è verificata una carenza di Playstation 5, che ha anche costretto gli editori di giochi a rinviare il rilascio dei giochi.

“Quindi nel 2023 verranno rilasciati più giochi contemporaneamente. Ora sei in una valle e le aziende devono licenziare i propri dipendenti.”

Non è possibile aumentare il prezzo del gioco

Vroegop menziona anche gli investitori che volevano vedere un rapido ritorno sull'investimento. “Ciò rafforza il problema. Anche i giochi stanno scomparendo. Ad esempio, EA ha cancellato un gioco di Star Wars pianificato.”

Realizzare un gioco del genere costa milioni. Semplicemente non è possibile aumentare i prezzi dei giochi. I giochi difficilmente sono diventati più costosi nel tempo, nonostante l’inflazione, perché ci si aspetta che i giocatori non vogliano pagare di più. “Per continuare a realizzare molti profitti, devi aggiungere molti nuovi giocatori.”

Vroegop sottolinea che la qualità delle partite migliora meno rapidamente a causa dei licenziamenti. “Viene rilasciato un sequel, creato da team che non hanno nulla a che fare con una versione precedente del gioco. Ci vogliono anni prima di raggiungere il livello più alto come creatore di giochi. Questi licenziamenti significano che perdi esperienza.”