QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Patrick Lefevre: “Boost nel 2023? Perché perdo fiducia dopo 3 mesi?” † Parigi-Roubaix

Al momento non è una primavera da Quick Step-Alpha Vinyl. La squadra di Patrick Lefevre – che ha dovuto affrontare molti infortuni e malattie nelle ultime settimane – spera di imbattersi nel big fish domenica. “Dobbiamo giocare la partita con 3 a 4 finalisti in finale”, sembra.

“Quando un manager si stressa, cadiamo davvero nelle cazzate”

È stato un Patrick Lefevre dall’aspetto rilassato a parlare alla stampa giovedì. Il grande boss era circondato da un Wolfpack da 7 passeggeri, una figura importante per Lefevere.

“Siamo con una squadra al completo in forma per la prima volta da molto tempo in questa stagione”, ha aperto. “Non è stato facile per noi questa primavera, quindi speriamo che Roubaix ci porti un po’ di fortuna”.

Nelle ultime settimane è trapelato molto inchiostro sulla storicamente brutta primavera della Brigata Blu. “Il trucco è non essere frustrati. Anche a me, perché se il capo è nervoso, cadiamo davvero nelle cazzate”, dice Lefevere.

“Eravamo nell’angolo in cui sono caduti i colpi, ma ovviamente non posso incolpare i passeggeri feriti o malati. Ma questo non significa che io sia insoddisfatto”.

La sfortunata caduta di Alaphilippe a Brabantse Pijl fu indicativa della primavera degli uomini di Lefevere.

Su Jumbo e co: “La concorrenza potrebbe aver imparato molto da noi”

Per anni, il Team Lefevere ha tenuto la chiave in quasi tutte le gare primaverili. Quest’anno, band come Jumbo-Visma, Ineos e Alpecin-Fenix ​​hanno assunto questo ruolo dominante. Come vede la concorrenza Lefevere?

“Forse le altre squadre hanno imparato molto da noi?” Lefevre strizza l’occhio. “Ora tocca a noi dimostrare che possiamo trasformare un negativo in positivo”.

Ci sarà un armeggiare nei prossimi mesi con l’obiettivo del prossimo anno? “È troppo presto per dire se avremo bisogno di rinforzi l’anno prossimo. Perché sto perdendo la mia fiducia su base trimestrale?”

“Non dimenticare che abbiamo già ottenuto 18 vittorie. Non è male, molte squadre vorrebbero essere al nostro posto. Ma qui si vede la prestazione solo attraverso un obiettivo fiammingo”.

Ha inseguito particolarmente a Quick Step questa primavera.

“Asgreen sta andando in alto e correremo in modo aggressivo”

Quale sarà l’approccio a Quick Step-Alpha Vinyl? “Devi sempre assicurarti che tutti gli altri stiano guidando dietro di te, non il contrario. Non ci piace guidare in modo difensivo, siamo una squadra d’attacco”.

“Se la facciamo così domenica, niente panico. Roubaix è una gara lunga, anche se hai una gomma forata in un brutto momento, puoi comunque fare molto. La gara non è ancora finita finché non vedere l’ippodromo.

Domenica il branco di lupi guiderà un leader assoluto? “Non è un segreto che Kasper Asgreen guidi ad alto livello”, sembra.

“Era ancora uno dei ragazzi più forti domenica ad Amstel, ma è stato così generoso. Ma la nostra forza è quella di guidare la finale con tre o quattro corridori e giocare la partita”.

Riuscirà Asgreen a sfidare Van der Poel e Van Aert domenica?

READ  Flames, cautamente ottimista, ha risposto al sorteggio: "L'ambizione potrebbe essere l'utile del gruppo" | Fiamma rossa