QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Perché dobbiamo aspettare iPhone 15 per vedere la vera innovazione

Il prossimo lotto di iPhone potrebbe non essere così eccitante come sperato. Apple potrebbe aver optato per una nuova strategia che rende l’iPhone 14 una versione eccezionale, ma non per buoni motivi. Gli ultimi smartphone di Apple non avranno miglioramenti. Ancora peggio, alcuni modelli sembreranno (molto) duri con le versioni 2021.

Nonostante la presentazione ufficiale di Nuovi iPhone Mancano ancora diversi mesi e già circolano molte voci in merito Nuovi strumenti ad alta tecnologia† Voci come questa circolano sempre, ma questa volta il loro contenuto è piuttosto sorprendente.

Si dice che Apple farà una distinzione più forte tra modelli entry-level e professionisti di gamma. Il mini modello – che non è mai riuscito a raggiungere il pubblico – verrà abbandonato. Ci sarà invece una versione maxi del modello base.

Diapositiva diversa per ogni tipo

Si dice che le migliori versioni di iPhone 14. gamma Hai un gestore migliore. Sarà dotato di un chip A16 Bionic. I modelli base saranno invece dotati del chip A15 Bionic, che si avvicina molto alla capacità dell’attuale iPhone 13.

Questa strategia potrebbe essere criticata una melaLa società avrebbe apportato modifiche all’A15 Bionic per impedirlo. Si dice anche che il gigante della tecnologia stia pianificando di dare il proprio nome al vero nuovo chip A16 Pro. Il motivo è semplicemente dovuto alla carenza di chip elettronici che il mondo sta affrontando da mesi. Quest’ultimo influenzerà negativamente anche i prezzi di iPhone.

Questa non è la prima volta che Apple adotta un approccio del genere. Anche con la quinta generazione di iPhone, l’azienda ha già installato diversi processori nei diversi modelli. Ad esempio, l’iPhone 5S ha la potenza del chip A7, mentre l’iPhone 5C funziona sul modello A6.

READ  I fornitori di servizi europei sfidano Apple Private Relay VPN

L’inizio di un aggiustamento più importante

Inoltre, Apple apporterà altre modifiche al nuovo iPhone, ma probabilmente sono più banali e di per sé non rivoluzionarie. Ad esempio, si parla di un blocco di immagini più spesso, il che fa pensare che Apple possa migliorare questa parte del dispositivo, ma nulla è certo.

Il vero cambiamento sarà sulla parte anteriore del telefono, vicino alla tacca o ‘tacca’. Cambierà la forma. Il notch sarà ancora lì, ma in modo più discreto. Si dice che Apple adotterà una forma a “pillola”, con un perforatore che ospita la fotocamera frontale, i sensori Face ID e TrueDepth.

Tuttavia, questa mod è di nuovo solo per i modelli Pro. Oltre ad espandere l’iPhone 14 alle dimensioni massime, il lancio del nuovo smartphone Apple potrebbe essere molto deludente. Le persone compreranno un modello enorme per godere di innovazioni migliori o aspetteranno un anno in più per acquistare un nuovo iPhone.

Infine, potrebbe essere l’iPhone 14 portale vuoto essere. Questo è ciò che sono le voci comunque. Apple non ha mai nascosto di voler rimuovere le porte dall’iPhone e questo potrebbe accadere nel 2022.

La vera scomparsa del notch è per iPhone 15

Fondamentalmente in attesa del 2023, gli iPhone che Apple metterà insieme quell’anno sembrano già essere molto più interessanti. Si dice che il passaggio da un notch alla rimozione parziale con un foro sia un precursore della completa scomparsa del notch su iPhone 15.

L’azienda di Cupertino potrebbe già rivolgersi a un rivale Samsung – le due società lavorano insieme da anni, Samsung fornisce pannelli ad Apple – per ottenere la fotocamera, l’ID facciale e simili sotto il display dell’iPhone 15.

Apple può rivolgersi anche a LG Display, altro ex partner dell’azienda, per rimuovere il notch dall’iPhone.

Resta da vedere se la serie 2023 adotterà la stessa strategia dei prodotti 2022. Quindi se i modelli entry-level si accontenteranno di un chip riciclato, mentre i modelli Pro godranno di tutte le migliorie, tra cui una più potente, ma anche una fotocamera sotto il display.

(lp/mah)

una mela