QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Primoz Roglic mette a suo piacimento la tappa regina del Tour de Catalunya nello sprint e consegna un colpo a Remko Evenpoel

Primoz Roglic mette a suo piacimento la tappa regina del Tour de Catalunya nello sprint e consegna un colpo a Remko Evenpoel

La King’s Stage del Tour of Catalunya era quella che non vedevamo l’ora. “Oggi farò del mio meglio per quella maglia di leader, e preferirei anche una vittoria di tappa”, ha detto in anticipo Rimko Evenpoel. Il campione del mondo era entusiasta.

Sulla prima salita della giornata siamo stati attaccati da tre corridori: Tsgabu Grmay (Jayco AlUla Team), Ethan Hayter (INEOS Grenadiers) e Guillaume Martin (Cofidis). Hayter non vedeva alcun motivo per staccarsi da Martin, poiché il francese era a soli cinque minuti dal leader Roglic. Il britannico è rientrato nel gruppo, cinque spagnoli entusiasti hanno fatto il movimento inverso e si sono uniti al gruppo di testa. Martin è rimasto con un solo obiettivo: prendere i punti della montagna. Una volta terminato, il francese è tornato in gruppo. Alla fine non gli basterebbe tenersi la maglia da montagna.

Salita finale pesante

A 8,4 km dal traguardo, è il momento dell’impegnativa salita finale verso Lo Port: 8,4 km di dislivello medio dell’8,8%, il traguardo perfetto per chi vuole mettersi in mostra. Qualcosa che anche Remco Evenepoel sapeva. Il campione del mondo ha lasciato lavorare le sue forze in testa al gruppo e il gruppo di testa è stato catturato in un attimo. In effetti, il lavoro di faggio di Jan Hirt e Ilan van Wilder ha rotto il gruppo. Il comandante Roglic si è aggrappato al timone di Evenpoel.

Questo contiene contenuti incorporati da una rete di social media che desidera scrivere o leggere cookie. Non hai dato il permesso per questo.

READ  Ecco quanto guadagnano Benteke e Vanzeir in America: MLS supera tutti gli stipendi dei giocatori | calcio straniero

Evenepoel continua

A 4,5 chilometri dal traguardo, lo stanco Van Wilder si è fermato, ed Evenböll era da solo e ha scelto subito di accelerare: le gambe sembravano a posto. Solo Roglic e Soulir possono seguire il nostro connazionale. Ma Evenpoel ha guidato forte: apri la maglia e colpiscilo. Roglic ha preso il sopravvento in rari momenti, ma è stato soprattutto Evenpoel a colpire la testa. Almeida è tornato con altri due chilometri da percorrere, e così gli uomini Emirates hanno avuto il vantaggio.

Quindi è stato Almeida a iniziare l’attacco, Evenbol ha risposto e Roglic ha mantenuto la calma al volante. Lo sloveno ha lasciato fare il lavoro a Evenpoel, con la sua posizione in classifica, lo sloveno era naturalmente in vantaggio. I tre si sono spostati negli ultimi 500 metri.

Evenpoel si accende e cigola, e Roglic ne approfitta

Sebbene Almeida dovette rilasciarlo rapidamente, divenne una battaglia finale tra i due grandi cannoni Evenpoel e Roglic. Evenpoel ha iniziato lui stesso lo sprint e sembrava liberare Roglic, ma il serbatoio del nostro connazionale era vuoto e ha stridulo negli ultimi 50 metri. Roglic è andato ben oltre e ha persino guadagnato un bonus di sei secondi su Evinpool, poiché lo sloveno ha leggermente aumentato la maglia del suo capitano e ha sparato un potente colpo nella vittoria complessiva.

Questo contiene contenuti incorporati da una rete di social media che desidera scrivere o leggere cookie. Non hai dato il permesso per questo.

Oltre ad essere leader nella classifica generale, Roglic è ora anche leader nella classifica delle montagne e dei punti. Altra menzione d’onore per Cian Uijtdebroeks: il nostro connazionale ha conquistato il 10° e il 9° posto in classifica.

READ  Il Galatasaray usa Ziyech in un trasferimento pericoloso al Genk