QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Recensione di Google Pixel 6 e Pixel 6 Pro

  • Google Pixel 6
  • Google Pixel 6 Pro

Brevemente

Dopo il magro anno 2020 della serie Pixel, con il Pixel 5 di fascia media piuttosto che di fascia alta, Google è improvvisamente tornato quest’anno. Pixel 6 è un vero smartphone di fascia alta, che costa un po’ meno di alcuni concorrenti. Devi andare all’estero per questo, perché la macchina costa di più nei Paesi Bassi. Nella barra della fotocamera sul retro c’è una nuovissima fotocamera principale. Oltre all’eccellente elaborazione delle immagini di Google, la qualità dell’immagine è piuttosto buona. Nonostante non abbia un teleobiettivo come il Pixel 6 Pro, il Pixel 6 si adatta bene se non vuoi ingrandire molto. La fotocamera ultra grandangolare è un po’ corta. Fuori dalla scatola, c’è il nuovissimo Android 12 sul dispositivo, con una bellissima nuova interfaccia. Come con i pixel precedenti, l’esperienza utente è molto fluida e riceve aggiornamenti per molto tempo. La durata della batteria è leggermente superiore alla media in questo segmento, ma non siamo un fan della velocità di ricarica.

Brevemente

Dopo il magro anno 2020 della serie Pixel, con il Pixel 5 di fascia media piuttosto che di fascia alta, Google è improvvisamente tornato quest’anno. Il Pixel 6 Pro è uno smartphone davvero di fascia alta che costa un po’ meno di alcuni dei suoi concorrenti. Devi andare all’estero per questo, perché la macchina costa di più nei Paesi Bassi. La barra della fotocamera sul retro ha tre fotocamere per la prima volta su un telefono Pixel. Oltre all’eccellente elaborazione delle immagini di Google, la qualità dell’immagine è piuttosto buona. Il Pixel 6 Pro è particolarmente bravo con lo zoom e la fotocamera ultra grandangolare è un po’ corta. Fuori dalla scatola, c’è il nuovissimo Android 12 sul dispositivo, con una bellissima nuova interfaccia. Come con i pixel precedenti, l’esperienza utente è molto fluida e riceve aggiornamenti per molto tempo. La durata della batteria è nella media in questo segmento, ma non siamo impressionati dalla velocità di ricarica.

READ  Konami si scusa per le condizioni tecniche del successore di PES eFootball 2022 - Giochi - Notizie

Ci è voluta circa un’ora durante l’inizio delle vendite per Google Pixel 6 e Pixel 6 Pro, alla fine di ottobre, prima che la maggior parte dei modelli fosse effettivamente esaurita. Forse ciò era dovuto alla scarsità causata dalla pandemia. Potresti anche pensare che gli acquirenti fossero interessati a questo buon affare in cui puoi ottenere immediatamente un buon paio di cuffie con il dispositivo. Detto questo, sarà inferiore a Pixel 6 e Pixel 6 Pro, perché anche se è solo l’hardware stesso, sembra che l’interesse sarà molto maggiore quest’anno.

I telefoni Pixel di Google hanno sempre fatto affidamento principalmente sul software. I dispositivi promettono sempre un’esperienza Android fluida senza troppi problemi, oltre a aggiornamenti rapidi e alcune nuove funzioni e servizi Google prima di tutto. Anche con chi vuole il diritto browser di Google, I pixel sono molto richiesti, perché puoi installare il tuo sistema operativo in pochissimo tempo grazie alla vasta gamma di ROM dedicate. Tutto ciò rende i telefoni Pixel popolari tra i tweaker. Certamente nei Paesi Bassi, il Pixel è anche un po’ un’opzione per il pubblico, perché ufficialmente Google non ne ha mai rilasciato uno in questo paese. Fortunatamente, ci sono negozi online tedeschi o francesi che offrono i loro servizi nei Paesi Bassi. Se ne hai bisogno più velocemente, ci sono negozi online olandesi che lo importano da soli, il che ovviamente comporta un costo aggiuntivo.

Con i precedenti dispositivi Pixel, abbiamo sempre perso una certa funzionalità rispetto agli smartphone concorrenti, e il Pixel 5 dell’anno scorso era decisamente un’offerta scadente: un telefono che non ha molte funzionalità di Pixel 4, con un soc che è più di fascia media di di fascia alta. Ciò che rende senza dubbio Pixel 6 e Pixel 6 Pro più popolari è che Google ora combina il suo prezioso software con un hardware davvero buono. Il Pixel 6 è dotato di una nuovissima fotocamera e di uno schermo molto più grande rispetto al suo predecessore. Il cuore del dispositivo è costituito dal nuovo Tensor-soc, il primo chip per smartphone proprietario di Google volto specificamente ad alimentare i modelli di machine learning da cui il software di Google trae energia. Il più costoso Pixel 6 Pro ha lo stesso SOC veloce e una fotocamera principale ridisegnata, aggiungendo altre funzionalità di lusso, come un display OLED 1440p più grande e, per la prima volta, un teleobiettivo con zoom ottico 4x.

READ  Recensione: Ghost Cut del regista di Tsushima

Oltre all’hardware migliorato e al software familiare, Google si sta anche tuffando sotto il prezzo di altri dispositivi con caratteristiche simili. Ufficialmente, il Pixel 6 nella configurazione di archiviazione da 128 GB costa 649 euro, mentre il Pixel 6 Pro costa 899 euro. Importando il grigio olandese, verranno aggiunti circa € 100 per i pixel in entrambi i casi, ma comunque. Il Pixel 6 ha lo stesso prezzo del Pixel 5 dell’anno scorso, ma è più completo, mentre il Pixel 6 Pro può competere sulla carta con gli smartphone Pro, Plus o Ultra di 1.000 euro o più. In termini di rapporto qualità-prezzo e caratteristiche hardware, i pixel sembrano essere abbastanza buoni per la prima volta. In questa recensione, esaminiamo se questo potenziale è effettivamente realizzato nel prodotto finale.