QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Se ciò fosse accaduto nelle ore di punta, sarebbero morte delle persone”: la nuova procedura di partenza di NMBS va totalmente storta.

Si è verificato un errore nelle nuove procedure di partenza che NMBS sta testando questa settimana alla stazione nord di Bruxelles. È sceso dal treno passeggeri quando le porte erano ancora aperte. “Se questo accade nelle ore di punta, quando molte persone entrano ed escono, le persone potrebbero essere uccise e ferite”, afferma Joachim Permentier della OVS Railroad Federation.

La nuova procedura di partenza, denominata LINDA, è un sistema piuttosto complicato. Quando le porte del treno sono chiuse, il capotreno invia un segnale al macchinista tramite il suo smartphone e smartwatch che può partire. A quest’ultimo viene quindi concesso il permesso sul suo tablet di partire e avviare il treno quando anche il segnale è sicuro. La comunicazione dall’orologio intelligente al tablet avviene tramite la rete 4G.

Complicato, ma la nuova procedura non è avvenuta da sola. “Nel 2009 si è verificato un grave incidente a Dinant”, spiega Joachim Permintier, macchinista e segretario generale dell’Autonomous Railroad Employers (OVS). “Il treno era pronto per la partenza e l’operatore del treno era ancora in piedi sulla porta aperta. La discussione tra lui e un passeggero si trasformò in un tira e molla. Quando il treno ha iniziato a esplodere, sono finiti entrambi sotto il treno. L’addetto ha perso le gambe. Ecco perché NMBS ha iniziato a cercare una procedura di partenza sicura e standardizzata per tutti i treni “.

È stato fatto molto duro lavoro sul nuovo sistema. Per sette anni. Il progetto DICE ha assorbito 11 milioni di euro, dopodiché si è rivelato molto complicato ed è stato semplicemente eliminato. Quindi un’altra società è stata incaricata di cercare una procedura di partenza adeguata. LINDA, che in precedenza costava tre milioni di euro, è stata testata da questa settimana su tutti i treni passeggeri che circolano sulla linea tra Eupen e Ostenda. Mercoledì pomeriggio si è verificato un guasto alla stazione nord di Bruxelles.

READ  L'app Dutch Corona si blocca a causa di attacchi informatici e lunghe code...

Il macchinista ha ricevuto un messaggio sul suo tablet che gli è stato permesso di partire, ma le porte erano ancora aperte. “Fortunatamente, quando il treno è partito, non c’erano passeggeri che salivano o scendevano. Se questo incidente fosse avvenuto durante l’ora di punta, le persone sarebbero rimaste uccise e ferite”, dice Pirmantier. “Il macchinista ha tirato immediatamente il freno di emergenza, ma il treno aveva già percorso alcuni metri in quel momento. Non sappiamo perché LINDA ha indicato che potevano partire. O il sistema si è fermato alla stazione precedente, in particolare Leuven, o è saltato torniamo a quello. La stazione. Sarebbe stato un disastro. ”

Invito alla formazione dei conducenti

Dopo l’incidente, NMBS ha deciso immediatamente di interrompere i test con LINDA, non solo con i treni passeggeri, ma con tutti i treni. “Non ci assumiamo alcun rischio”, dice Dmitry Timmerman, un portavoce di NMBS. “I test sono stati interrotti completamente in modo da poter analizzare a fondo il sistema. Solo quando troveremo una soluzione, LINDA si riavvierà”.

Temmerman ammette anche che una solida rete 4G è davvero necessaria per il corretto funzionamento di LINDA, perché in questo modo si effettua il collegamento dallo smartwatch del capotreno al tablet del macchinista. La connettività 4G non funziona in modo ottimale in ogni stazione, e certamente non in alcune parti della Vallonia. “Ora stiamo mappando i punti in cui il segnale è più debole e aggiungeremo le antenne se necessario”, promette Temmerman. “Se non c’è segnale effettivo, il macchinista può comunque contattare il macchinista sul suo telefono per consentire al treno di partire”.