QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Sovrapporto? Mai prima”: lo studente Aaron (19) vince l’oro in Italia ai Mondiali di canottaggio (Gent)

Aaron Andreas (a sinistra) con Tristan Vandenbussche (a destra).

Gent

Dodici sessioni di formazione a settimana e nessuna uscita da studente. I sacrifici che Aaron Andries (19) fa come vogatore sono grandiosi, ma ripagano. Insieme a Tristan Vandenbusse (21) ha vinto il Campionato del Mondo U23 in doppio coppia in Italia. La prima medaglia d’oro su pista olimpica del Belgio.

Simon Degasmacher

“Sono stato completamente devastato quando sono arrivato”, spiega Aaron Andries (19). “Non riuscivo più a parlare kanji e dovevo sdraiarmi sulla barca e riprendere fiato. Da quel momento ho vissuto pienamente. Non potevo crederci. Non è ancora sprofondato nel fatto che sono campione del mondo.

MariaKerkenaar ha vinto il doppio di coppia questo fine settimana ai Mondiali U23 a Varese, in Italia, insieme a Tristan Vandenbussche di Bruges. Con uno sprint vertiginoso hanno battuto irlandesi e moldavi. Hanno catturato la prima medaglia d’oro per il Belgio nella pista olimpica.

Forza bruta vs tecnica raffinata

“Pazzesco”, dice Aaron. “Questa vittoria supera le nostre aspettative. Eravamo in Italia con i nostri tifosi, due uomini sul podio dei Mondiali con una medaglia d’oro e l’inno nazionale. Ho cantato insieme? No, non mi piace il karaoke (ride). Mi sono goduto tranquillamente il momento.

Duetti molto forti ottengono molti riconoscimenti nel mondo del canottaggio. Entrambi sono visti come giovani talenti e un cambiamento futuro. “Tuttavia, ci siamo allenati solo per tre mesi”, dice Aaron. “Il clic c’è. È perfetto: Tristan ha la forza bruta e io ho una tecnica più sottile.

Leggi di più. Sull’adrenalina, Boris (18) è arrivato sesto ai Mondiali di canottaggio: “Dream of the Olympic Games”

All’età di dodici anni Andries ha remato il suo primo giro sull’acqua in un watersportpan. “Pallavolo, judo o nuoto… ci ho provato da bambino, ma non era il mio genere. Il canottaggio mi ha affascinato. Posso sfidarmi a remare più velocemente o migliorare la mia tecnica.

Vita notturna a Overport

Per raggiungere la sua posizione, Mariakenar ha dovuto sacrificare molto. Aaron si allena da dieci a dodici volte a settimana. Quasi ogni giorno puoi trovarlo sull’acqua con la Watersportbahn. Inoltre, fa allenamento per la forza o va in bicicletta o nuota. “Fortunatamente, mi piace esercitarmi”, strizza l’occhio.

Aaron è anche al suo primo anno di ingegneria industriale presso l’Università del Kent. “Devo pensare al mio futuro. Non guadagno niente con questa medaglia, quindi voglio avere qualcosa di riserva. Ho già esagerato? No, sono concentrato al 100% sul canottaggio, sulla scuola e sulla mia ragazza.

Mariakerkennar è sobria, ma ha un obiettivo chiaro in mente. “Voglio crescere gradualmente. Con Tristan vogliamo testare i nostri limiti con l’élite. Il prossimo passo è lavorare per le Olimpiadi. Poter partecipare a questo sarebbe il sogno finale.

READ  Herboren Balotelli mag zich weer melden bij Italian