QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Stelle della Parigi-Roubaix (w): gli stessi favoriti del Tour

Stelle della Parigi-Roubaix (w): gli stessi favoriti del Tour

Riuscirà Lotte Kopecky a realizzare il suo sogno e a vincere la Parigi-Roubaix da campionessa del mondo? Kopecky è in testa alla classifica per la quarta edizione di questa corsa su ciottoli. Deve competere di nuovo contro Marianne Vos. La Lidl-Trek, la squadra primaverile, deve fare i conti con gli estranei nella terza fila di stelle.

⭐⭐⭐

Anche Lotte Kubicki farà il suo debutto primaverile a Liegi, ma a bordo campo crescono sempre più dubbi sullo stato di forma della campionessa del mondo. Si legge addirittura nei media anglosassoni che la nostra connazionale dovrebbe salvare la sua classica campagna sabato.

Dopo un giro misto nelle Fiandre, si diceva che il Kopecky mancasse di esplosività sulle piste, ma questa caratteristica è meno importante sul pavè del nord della Francia.

Con il suo grande motore, dovrebbe essere ancora in grado di vincere la sua “gara da sogno”. Dopo aver terminato 15°, 2° e 7° negli ultimi anni, Are You Laughing in Hell?

La bacheca dei trofei di Marianne Vos è piena, ma la 36enne campionessa di ciclismo farà volentieri spazio a un pavé.

La Parigi-Roubaix è un altro punto cieco nella lista dei successi di Vos, che arrivò secondo nella prima edizione, saltò un episodio a causa del coronavirus e finì 10° l'anno scorso.

⭐⭐

L'SD Worx-Protime non ha spazio per conservare tutti i vincitori e i trofei, ma dopo 3 tentativi ancora nessun segno di spunta accanto alla Parigi-Roubaix.

Non c'è Demi Wohlring, ma Lorena Wiebes – sempre più versatile – è un degno sostituto della leader Lotti Kubicki. Simile a Jasper Philipsen?

READ  Jan Mulder e Mark Degresi non capiscono le scelte di Tedesco: "È lui il futuro del calcio belga" - Football News

Wiebes può contare sullo sprint, Pfeiffer Georgi deve scommettere in attacco. Con il nono e l'ottavo posto in passato, ha già dimostrato di non rifuggire dalla classifica acciottolata.

Con le sue doti di roller, una buona dose di aggressività e un potente tiro finale, anche Emma Norsgaard potrebbe svolgere un ruolo da protagonista.

La danese ha disegnato la sua primavera attorno a questa corsa e il quarto posto del marito Mikkel Berg al Giro delle Fiandre le darà una spinta in più.

Lidl-Trek ha avuto un'ottima primavera, ma mancano i suoi vincitori del 2021 e 2022 con Lizzie Deignan (braccio rotto) ed Elisa Longo Borghini (vincitrice del Tour Focuses on the Ardennes).

Per subentrare sono allo studio Elisa Balsamo, Lucinda Brand ed Ellen van Dijk. Balsamo non ha ancora ottenuto alcun progresso in 3 partenze (tutt'altro), ma è ancora al top del suo livello dopo il breve percorso delle ultime settimane.

Dopo la gravidanza, Van Dyke sta gradualmente tornando alla sua forma migliore e, come campionessa di crossover, anche Brand deve sentirsi come un pesce nell'acqua sui ciottoli.

Forse il pericolo arriva ancora dall'angolo italiano con Chiara Consoni, che, nonostante la sua piccola statura, lo scorso anno arrivò nona e confermò di non essere ignorata.

Non è mai da escludere un ribaltamento, basti pensare ad Allison Jackson l'anno scorso. Riuscirà il canadese, l'unico vincitore titolare in precedenza, a eseguire nuovamente le acrobazie?

Imparentato: