QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Temendo gli attacchi invernali russi, l’Ucraina si sta rivolgendo ad un sistema d’arma simile a Frankenstein

Temendo gli attacchi invernali russi, l’Ucraina si sta rivolgendo ad un sistema d’arma simile a Frankenstein

Con l’avvicinarsi dell’inverno, gli ucraini hanno un disperato bisogno di maggiori difese aeree per proteggere la rete elettrica dagli attacchi russi che potrebbero far precipitare il paese nell’oscurità nevosa. Sono così disperati che vogliono provare un sistema d’arma simile a Frankenstein, una volta inventato in Ucraina e ora sviluppato dagli americani.

Lara Jacks/New York Times

Gli americani chiamarono il sistema d’arma “programma FrankenSAM”. Si tratta di missili terra-aria avanzati (Ssuperficie aUNehm Misile) di fabbricazione occidentale e saranno dotati di sistemi di lancio o radar convertiti dell’era sovietica già in possesso delle forze armate ucraine.

Esistono due varianti di questa difesa aerea improvvisata: una combina i lanciatori di libri sovietici con i missili Sea Sparrow americani, e l’altra combina i radar sovietici con i missili Sidewinder americani. Fonti americane informate affermano che questi missili sono già stati testati negli ultimi mesi nelle basi militari degli Stati Uniti e saranno consegnati all’Ucraina questo autunno. La terza variante, il sistema missilistico Hawk dell’era della Guerra Fredda, ha fatto il suo debutto sul campo di battaglia ucraino la scorsa settimana.

Raccogliere

Quasi dall’inizio della guerra, l’Ucraina ha cercato di combinare armi offensive: le sue vecchie scorte di epoca sovietica e le armi ricevute dall’Occidente. Spesso con risultati positivi. L’anno scorso, l’intelligence americana ha parlato con ammirazione delle “tattiche MacGyver” con cui l’Ucraina ha rafforzato il suo arsenale: un riferimento allo show televisivo degli anni ’80 in cui l’omonimo personaggio usa intrugli semplici e improvvisati per uscire da situazioni difficili. Il progetto FrankenSAM sta ora cercando di fare lo stesso per la difesa aerea ucraina.

Negli ultimi 20 mesi, l’Occidente ha consegnato all’Ucraina una serie di sistemi di difesa aerea. Ciò include sistemi ultramoderni Patriot e Iris-T, carri armati dotati di cannoni antiaerei e più di 2.000 missili Stinger.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha annunciato la scorsa settimana che il suo governo avrebbe fornito all’Ucraina un “pacchetto invernale” di difese aeree avanzate, come il sistema Patriot, del valore di circa 1,5 miliardi di dollari. “Con l’avvicinarsi dell’inverno, stiamo mettendo in atto uno scudo protettivo contro i rinnovati attacchi russi alle infrastrutture energetiche, idriche e di riscaldamento”, ha affermato Schulz. “È ormai chiaro che la Russia utilizzerà ancora una volta la carenza di freddo e di energia come arma contro la popolazione civile”.

100 miliardi di aiuti militari

Le difese aeree fanno parte di circa 100 miliardi di dollari in aiuti militari che l’Ucraina ha ricevuto dai suoi alleati dall’invasione su larga scala della Russia nel febbraio 2022. Gli Stati Uniti, che guidano il sostegno agli armamenti per l’Ucraina, stanno valutando la possibilità di donare altri 60 miliardi di dollari come parte di un piano militare. piano. Il nuovo piano di emergenza dell’amministrazione Biden.

Giovedì il governo ha annunciato altri 150 milioni di dollari in aiuti militari all’Ucraina. Contiene un pacchetto di armi con munizioni aggiuntive per tre tipi di sistemi di difesa aerea, inclusi i missili Sidewinder per uno dei sistemi FrankenSAM.

L’Ucraina ora ha nel suo arsenale carri armati occidentali, veicoli blindati, difese aeree e missili a lungo raggio. Sono inclusi anche gli aerei da caccia. Gli alti ufficiali ora dicono che hanno bisogno di più di queste armi, piuttosto che di nuovi sistemi.

I sistemi d’arma FrankenSAM sono una combinazione di entrambi. L’inizio del programma risale alla fine dell’anno scorso, quando le forze armate ucraine chiesero aiuto agli Stati Uniti per trovare i missili per circa 60 lanciatori di libri e radar di epoca sovietica che stavano raccogliendo polvere nell’arsenale di Kiev. Gli ucraini sapevano che sarebbe stato difficile per l’Occidente ottenere munizioni di fabbricazione russa. Quindi hanno tentato l’approccio opposto: convertire i vecchi lanciatori in missili terra-aria della NATO ricevuti dagli Stati Uniti.

“È davvero necessario per l’inverno.”

“Ci siamo resi conto che dovevamo trovare delle soluzioni”, ha detto Oleksandra Ustinova, capo della commissione del parlamento ucraino che monitora i trasferimenti di armi dall’Occidente. L’Ucraina si è offerta di produrre essa stessa le armi perché il tempo stringeva. “Abbiamo davvero bisogno di questa difesa aerea per l’inverno.” Ma gli ingegneri americani hanno insistito per farlo da soli: hanno impiegato sette mesi per testare i sistemi e ottenere la necessaria approvazione. Il primo lotto di lanciatori e missili Buk modificati è recentemente arrivato in Ucraina, secondo Ustinova.

Gli ingegneri americani stanno ancora testando quello che potrebbe essere il sistema FrankenSAM più potente mai realizzato: un missile Patriot e una stazione di lancio che funziona con i vecchi sistemi radar di fabbricazione ucraina. Un volo di prova ha colpito con successo un drone, ha detto mercoledì un portavoce del Pentagono. Si prevedeva che il sistema sarebbe stato inviato in Ucraina quest’inverno, insieme ai missili donati e ad altre parti del Patriot.

L’esperto di difesa americano Jan Kasapoglu, affiliato all’Hudson Institute di Washington, descrive l’idea di combinare l’equipaggiamento sovietico con i missili occidentali più avanzati come un’occasione d’oro per l’Ucraina per “preservare l’arsenale per la lunga guerra che ci aspetta”.

READ  pilota di caccia russo di 26 anni, fuggito a piedi in Lettonia: «non ho preso parte al crimine» | Guerra Ucraina e Russia