QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Thomas Decker: “Il tour di Van der Poel sarà difficile, apprezzo Van Art più in alto” | un viaggio

L’anno scorso, Matthew van der Poel ha già segnato nella seconda tappa del Tour e ha vestito di giallo per sei giorni. Il contrasto con quest’anno è grande. L’olandese è rimasto in silenzio nei giorni scorsi e ha anche indicato di non aver ancora raggiunto il livello super. Dopo un mese senza gare dal Giro, è ancora alla ricerca della giusta cadenza.

L’ex pilota Thomas Decker ha fatto risplendere la sua luce su Van der Paul nella tappa serale. Non ha grandi aspettative per il suo connazionale in questo turno. “Penso che sarà una corsa dura per Van der Poel. Van Aert è semplicemente più veloce quando si tratta di gare ed è anche la migliore cronometro. Van Aert è anche molto bravo nelle restanti corse”.

“Nel Tour, le persone spesso non corrono come al Giro, dove abbiamo visto spesso Van der Poel guidare davanti al gruppo. Van der Poel non è il massimo in salita e ci sono alcune fasi di rotolamento. La tappa di ciottoli mercoledì è ovviamente una grande opportunità per lui, ma ci sono poche opzioni”.

Van der Poel è stato molto forte al Giro, ma secondo Dekker questo non è un riferimento al tour. “Questo è un altro livello. È più nervoso, la specializzazione è maggiore in alcune aree. Van der Poel è ovviamente multidisciplinare. Probabilmente tirerà fuori qualcosa dal suo cappello, ma questo round non sarà facile”.

“Anche prendere il giallo è difficile. È già 20 secondi dietro Van Aert. Deve essere stato davvero sfortunato o non aver preso parte all’attacco”.

READ  Risultato VT2 Miami: Drammatico per Verstappen, Russell sorprendentemente il più veloce alla Mercedes

Lo stesso Van der Poel ha iniziato due giorni questa settimana: domani la tappa acciottolata ad Arenberg e giovedì la tappa dei pugili a Longwy. “Ovviamente mercoledì correrà, perché quei ciottoli saranno lì. Ma giovedì tutti saranno ancora ragionevolmente freschi e gli interessi sono molto alti”, dice Decker.

“Se lo sprint sprint attende su quell’ultima scogliera, Van Art lo sconfiggerà. Ora lo valuto più in alto. MaSe vince mercoledì, il suo round ha successo e riesce Tutto non ha più importanza. Van Aert sarebbe il suo più grande concorrente là fuori, ma ha un enorme vantaggio che Van Aert deve ancora cercare Per Roglic e Aceto.”

“Ma ci sono anche sfortuna, i corridori che non sanno guidare bene l’acciottolato, i corridori di valutazione … Sarà una gara nella gara. L’abbiamo visto quando Lars Bohm ha vinto quella tappa. Ci sono molti interessi. “

“Avremo molta chiarezza mercoledì e giovedì. Penso che Van der Poel avrebbe successo nel suo round se vincesse solo una tappa. Ha colorato l’intera gara al Giro e poi ha vinto solo una tappa. Semplicemente non lo fai t vincere una partita così facilmente, soprattutto quando il maggiore diventa così grande. “.

“Dovrebbe sperare che ci siano ancora qualche tappa in cui i 20 piloti inizieranno e saranno con loro. Ma allontanarsi davvero dai candidati e dai piloti più forti in questo momento è molto difficile”.