QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un anziano banchiere olandese (62 anni) muore in un incidente in elicottero in Italia, e il pilota (73 anni) è ancora disperso |  al di fuori

Un anziano banchiere olandese (62 anni) muore in un incidente in elicottero in Italia, e il pilota (73 anni) è ancora disperso | al di fuori

Un uomo olandese è morto in un incidente in elicottero nel nord Italia. Si tratta del 62enne Philipp ter Woort, un banchiere senior che ha lavorato, tra gli altri, per Rabobank, ABN AMRO e ING Bank. Il suo ultimo datore di lavoro, la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS), ha reagito scioccato alla notizia. “È con grande tristezza che annunciamo che abbiamo perso il nostro amico ed ex collega”.

La tragedia è avvenuta la mattina di martedì 10 ottobre, nei pressi di una cava di sabbia nel piccolo paese di Settipolisini, in provincia di Ferrara. L’elicottero, con a bordo Ter Wurt e un amico egiziano (73 anni), era decollato da Bologna ed era diretto a Padova. Ter Woort, un grande nome del settore finanziario internazionale, era un buon amico del pilota ormai scomparso. Condividevano una passione comune per i viaggi, l’aviazione e le immersioni.

Durante il tragitto si è verificata un’esplosione che ha causato lo schianto dell’elicottero e l’atterraggio in un lago. I testimoni hanno sentito un “enorme botto”. “Abbiamo visto detriti ovunque e la coda dell’elicottero stava affondando. Abbiamo immediatamente informato le autorità”, ha detto un testimone oculare ai media italiani.

“Può volerci molto tempo”

Sotto la supervisione del sindaco della città, è stata lanciata un’operazione di ricerca su larga scala, alla quale hanno partecipato più di cento operatori di emergenza. I sommozzatori hanno cercato le vittime nel lago. Il corpo dell’olandese fu presto ritrovato. Sono ancora in corso le ricerche del pilota, l’imprenditore italo-egiziano Hazem Bayoumi. L’intero relitto dell’elicottero non è stato ancora ritrovato.

READ  L'Ungheria spiega la spaccatura europea sul conflitto tra Israele e ...

Questo perché il lago è profondo più di trenta metri. Inoltre l’acqua è molto torbida. È uno dei laghi più grandi del nord Italia. Ora viene utilizzato un robot sottomarino in grado di fotografare, esplorare ed esaminare il fondo del lago artificiale. Date le condizioni sfavorevoli, ricerche come questa potrebbero “richiedere molto tempo”, avverte un operatore umanitario nei media italiani.

La Procura italiana ha avviato un’indagine sulle cause dell’incidente dell’elicottero. I media italiani hanno scritto che potrebbe esserci stata negligenza, ma non è chiaro da chi o cosa. Per fotografare l’accaduto, il Pubblico Ministero ha convocato un comandante dell’Aeronautica Militare, esperto in materia di incidenti aerei.

Carriera ricca

Il corpo del 62enne Ter Woort è stato recuperato e identificato questa settimana da una famiglia che viaggiava dai Paesi Bassi all’Italia. La Banca europea per lo sviluppo, fondata per aiutare i paesi dell’ex Unione Sovietica nella transizione verso le economie di libero mercato, ha confermato in un comunicato la morte del suo ex direttore. Quest’estate Ter Wurt ha detto addio al suo lavoro in banca dopo quattordici anni.

Il capo banchiere, nato a Bussum, vi ha ricoperto diversi incarichi. Nel 2019 è entrato a far parte dell’ufficio come capo dell’ufficio della Mongolia. Nel 2013 è diventato Direttore dell’Egitto e ha avviato le attività della banca in quel paese. Nella sua ultima posizione è stato Direttore della Regione del Mediterraneo orientale, dove ha guidato il lavoro in Giordania, Libano, Cisgiordania e Striscia di Gaza.

Reazioni tristi

In tutto il mondo, soprattutto nel settore bancario, c’è sgomento per la morte di Ter Woort. “Era un professionista dedicato con una spinta incessante ad avanzare, non importa quanto fossero difficili le circostanze in quel momento”, ha scritto su LinkedIn l’esperto finanziario Mamdouh Afia. “Era un uomo gentile e generoso, interessato a esplorare e comprendere il suo ambiente con cuore e mente aperti.”

READ  La protesta delle donne a Kabul stroncata dai talebani

Decine di banchieri ed esperti finanziari custodiscono la memoria dell’olandese. Ad esempio, nell’agosto 2015 ha portato i colleghi dell’ufficio del Cairo a fare una breve gita in barca nel Mar Rosso. “Mentre tornavo a riva poco prima del tramonto, l’ho visto seduto da solo sul ponte superiore di quella barca, contemplando l’orizzonte, con la macchina fotografica in mano. Mi ha guardato con sollievo. “È così che vorrei ricordarlo, ” Ha scritto Afia. Altri (ex) colleghi descrivono l’olandese come “Un grande professionista, attaccante e buon amico”. “Era una persona integra e piena di valori che ha fatto la differenza nella vita degli altri, compresa la mia”, ha scritto una persona. ha scritto.

Ter Woort viveva ufficialmente a Londra, dove aveva sede la Banca Europea. Lascia la moglie e due figlie.