QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un tempo promettente talento del pattinaggio, ora in finale Slam: l'ascesa di Jannik Sinner (22), titolare contro il belga

Un tempo promettente talento del pattinaggio, ora in finale Slam: l'ascesa di Jannik Sinner (22), titolare contro il belga

Con il suo primo posto in una finale del Grande Slam, tutto il mondo ora conosce il suo nome. Jannik Sinner (22) ha mandato a casa ufficiosamente il favorito Novak Djokovic per gli Australian Open. Il sogno che da giovane pattinatore italiano non aveva mai osato sognare si sta quasi avverando. La storia della sua ripida ascesa iniziata contro David Goffin.

Ha 22 anni e ha statistiche sorprendenti ai massimi livelli.

All'inizio della sua carriera Jannik Sinner aveva già raggiunto i quarti di finale in ogni torneo del Grande Slam. Il 22enne italiano ha raggiunto le semifinali a Wimbledon lo scorso anno e si è classificato quarto nella classifica mondiale.

Gli Australian Open di quest'anno sono andati ancora oltre.

È il primo italiano a raggiungere la finale. Così coraggiosamente. Sinner ha perso solo un set in questo torneo – contro Novak Djokovic, anche se non è mai riuscito a forzare un break point.

Daniil Medvedev è già stato avvisato.

Dalle battute agli archi

Tuttavia è un errore pensare che il giovane italiano sia nato per il tennis.

Il peccatore viene dall'Alto Adige. Dagli 8 ai 12 anni ha partecipato ai Campionati Giovanili di Sci Alpino. Con successo.

Padre Johan e madre Sieglinde, chef e cameriera in un ristorante nel comprensorio sciistico della Val Fiscalina, avevano previsto un grande futuro per il loro figlio.

Mi sentivo semplicemente più appassionato degli sport con la palla. Inizialmente si è preferito il calcio, poi il tennis, dai 13 anni fino a “lo sport in cui un errore significa la fine della partita”, secondo Sinner.

READ  La posta in gioco è alta: Anversa, Anderlecht e Gand devono dare una spinta al coefficiente belga UEFA | calcio

(Maggiori informazioni sotto il post di Instagram)

Questo contiene contenuti inseriti da uno dei social network su cui desideri scrivere o leggere cookie (Instagram). Non hai dato il permesso per questo.

Ciò non significa che un tennista adulto abbia appeso le sbarre al chiodo per sempre. No, nel tempo libero trova sempre il tempo per andare sullo skateboard, con o senza la campionessa Lindsey Vonn.

Ma il mostro del tennis ha avuto Sinner sotto controllo durante la sua adolescenza, facendogli scegliere con fermezza la sua carriera.

Quella partita ha avuto risonanza per la prima volta, soprattutto per i tifosi belgi, il 27 settembre 2020. Poi ha mostrato a David Goffin ogni angolo del campo in terra battuta durante il suo debutto al Roland Garros.

“Sono un po' in ritardo”, disse a se stesso. Anche se amici e nemici ne dubiteranno.

Un servizio potente, un rovescio potente e un corpo atletico di 1,88 metri sono diventati da allora gli ingredienti per il viaggio verso la top 10 del mondo.

Questo contiene contenuti inseriti da uno dei social network su cui desideri scrivere o leggere cookie (🕏). Non hai dato il permesso per questo.

Fatti avanti

“Jannik Sinner e Carlos Alcaraz sono al di sopra degli altri”, notò Johan van Herck un anno dopo.

Questo è un risultato inconfutabile basato sui risultati del 2024.

Da allora, Sinner ha vinto 10 titoli ATP, per un valore di oltre 17 milioni di euro di montepremi, ha già battuto più di 1.300 ace e si è distinto alle finali ATP della scorsa stagione.

READ  Remco Evenepoel komt zichzelf wat tegen on steile slotklim a Valencia, Aleksandr Vlasov è nieuwe heerser | Ronde van Valencia 2022

Mentre i suoi anni migliori sono ancora davanti a lui.

In Darren Cahill, Sinner ha un allenatore con il carisma e il talento necessari per migliorare i giocatori.

Dirk Gerlo

Inoltre, non è una sorpresa per Dirk Gerlo il fatto che Sinner raggiungerà la sua prima finale del Grande Slam quest'anno. Il passo verso l’alto è arrivato dopo un’ottima guida.

“In Darren Cahill, ha un allenatore con il carisma e il talento necessari per migliorare i giocatori”, afferma il nostro commentatore di tennis. “Lo ha fatto in passato con campioni come Andre Agassi e Simona Halep”.

L'”Uomo Carota”, soprannome amatissimo dai tifosi per la sua caratteristica chioma, vince anche fuori dal campo.

Ad esempio, ha lanciato sui social media la campagna “What Got You Moved”, in cui si parla di salute mentale. Durante la pandemia di Corona, c'è stata una #SinnerPizzaChallenge, dove ha donato ogni volta 10 euro agli ospedali in cambio di foto di pizze che gli somigliavano.

Questo ha già reso l'italiano un grande campione, quindi arriverà presto la sua prima vittoria in uno Slam?

Questo contiene contenuti inseriti da uno dei social network su cui desideri scrivere o leggere cookie (Instagram). Non hai dato il permesso per questo.

Imparentato: