QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Una dose giornaliera di noci migliora la memoria

Una dose giornaliera di noci migliora la memoria

Con l’avanzare dell’età, aumenta il rischio di sviluppare diabete e malattie cardiovascolari e la memoria e la concentrazione si deteriorano. Il cibo sano può aiutarti a diventare più sano. Sebbene studi precedenti abbiano dimostrato che mangiare noci è benefico nel ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, non era noto se le persone che aggiungono noci a una dieta sana traggano beneficio dalle loro funzioni cognitive. Ecco perché Kevin Nissen ha studiato se mangiare noci miste ogni giorno ha un effetto sul cervello e come funziona esattamente.

Nijssen è un dottorando presso il Dipartimento di Scienze della Nutrizione e del Movimento presso Istituto di ricerca NUTRIM (Istituto per la nutrizione e la ricerca traslazionale sul metabolismo). Le sue scoperte sono state recentemente pubblicate su riviste scientifiche Giornale americano di nutrizione clinica E Nutrizione clinica.

circolazione sanguigna

Per quattro mesi, i 28 partecipanti, di età compresa tra 60 e 70 anni e sovrappeso o obesi, hanno mangiato 60 grammi di frutta secca non salata al giorno con pari quantità di pistacchi, anacardi, nocciole e noci. Hanno anche seguito le linee guida per una dieta sana. Dopo quattro mesi, hanno ottenuto punteggi migliori in una serie di test di memoria e hanno effettuato l'imaging del loro cervello utilizzando tecniche di risonanza magnetica.

“I nostri risultati mostrano che quattro mesi di consumo di noci sono sufficienti per ottenere evidenti miglioramenti nella memoria”, spiega Nissen. “Inoltre, abbiamo osservato un flusso sanguigno più elevato in tre diverse aree del cervello. Il fatto che più sangue arrivi alle aree del cervello coinvolte nelle funzioni cognitive può essere responsabile del miglioramento della memoria osservato. I risultati di questo studio forniscono ulteriori prove che mangiare noci regolarmente può aiutare a prevenire il declino cognitivo dovuto all’invecchiamento.

READ  Un ballo settimanale per persone con malattia di Parkinson, SM, ADCA, CVA o reumatismi

Sensibilità all'insulina

Nijssen è il primo a studiare l'effetto di un intervento dietetico, mangiando più noci, sulla sensibilità all'insulina in diverse regioni del cervello. L'insulina è fondamentalmente conosciuta come l'ormone che garantisce la capacità del corpo di assorbire il glucosio nelle cellule muscolari o nel fegato, ad esempio. Tuttavia, l’insulina ha un effetto completamente diverso nel cervello. Ad esempio, l’insulina nel cervello è coinvolta nelle prestazioni cognitive, ma anche nel sopprimere la fame.

“La nostra ricerca precedente mostra che l'effetto dell'insulina nel cervello cambia con l'avanzare dell'età, ma anche negli adulti sovrappeso, obesi o affetti da diabete di tipo 2. Ora siamo stati in grado di dimostrare che mangiare noci può effettivamente migliorare la sensibilità all'insulina in specifici regioni cerebrali negli anziani in sovrappeso o obesi Nijssen ha recentemente ricevuto una borsa di studio Kootstra Talent dall'Università di Maastricht UMC+ per studiare ulteriormente la risposta del cervello all'insulina.

protezione

Non solo le noci hanno effetti benefici sul cervello, ma anche altri risultati dello studio sottolineano i benefici per la salute derivanti dal consumo di noci. I partecipanti allo studio sulle noci avevano una pressione sanguigna più bassa, livelli di colesterolo più bassi e una migliore funzionalità dei vasi sanguigni. Questi sono tutti fattori di rischio per le malattie cardiovascolari. Pertanto, mangiare una dose giornaliera di frutta secca mista, insieme a una dieta sana, può contribuire alla prevenzione delle malattie legate all’età e al declino cognitivo.