QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

WhatsApp è dotato di una funzionalità straordinaria: chatta con utenti di altre app

WhatsApp è dotato di una funzionalità straordinaria: chatta con utenti di altre app

WhatsApp sta lavorando a una nuova funzionalità che ti consentirà di chattare con gli utenti di altre app di messaggistica, come Telegram e Signal. Non è necessario avere un account in quelle altre app. Questa nuova opzione è apparsa nella versione beta dell'applicazione WhatsApp per dispositivi iPhone.

L'ultima versione beta di WhatsApp per iOS include una nuova sezione “Chat di terze parti”. Ciò consente agli utenti di WhatsApp di accedere alle conversazioni chat in arrivo da utenti di altre app di messaggistica, come Telegram e Discord.

Al momento questa sezione è ancora nascosta nella nuova versione beta di WhatsApp per iOS. Rapporti WABetaInfo. Al momento non è testato su Android.

Impegno per la cooperazione

Attraverso questo nuovo componente, WhatsApp spera di conformarsi presto alle nuove normative DMA dell'Unione Europea, che obbligano le grandi piattaforme a interoperare. Ciò significa che devono lavorare bene con i concorrenti. Gli utenti europei avranno l'opportunità di comunicare con altri utenti dell'app all'interno della loro app preferita. Ad esempio, come utente Telegram, puoi inviare un messaggio a un utente WhatsApp, senza dover avere tu stesso un account WhatsApp. Le applicazioni devono inoltre mantenere la crittografia end-to-end.

Gli utenti devono abilitare manualmente le chat di terze parti e possono anche disattivarle. Maggiori dettagli sull'introduzione sono ancora in sospeso, ma sembra che WhatsApp voglia essere pronta in tempo. WhatsApp ha quindi una posizione dominante nel mercato delle chat e pertanto deve attenersi alle regole più severe del DMA.

READ  `` iPhone 13 ha sempre portata grazie ai satelliti'' (Aggiornamento)

Anche Apple dovrebbe collaborare?

Resta da chiedersi se l'app di messaggistica iMessage di Apple debba soddisfare questo obbligo anche nell'UE. Bruxelles sta ancora indagando se il numero di utenti attivi di iMessage sia sufficientemente ampio da far sì che il servizio possa essere considerato un gatekeeper secondo la DMA. La Commissione europea prenderà la sua decisione finale il mese prossimo.

Leggi di più su WhatsApp e non perderti mai nulla con il nostro canale WhatsApp.