QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

4 cose che devi sapere sull’azienda

Il marchio di moda Jill Sander è entrato nelle mani degli italiani come il fondatore di OTB Group Diesel Renzo Rosso è il nuovo proprietario. La notizia è stata confermata oggi in seguito a quanto riportato dai media secondo cui OTB si interessava per la prima volta alla maison tedesca a dicembre. È ora di immergerti nella storia del marchio ed elencare le cose complete che devi sapere.

Designer Jill Sander

L’etichetta Jill Sander è stata fondata nel 1968 da un designer tedesco con lo stesso nome. La casa di moda ha ancora un nome fondatore, ma Jill Sander non è più associata al marchio. Ha lasciato la casa di moda tre volte in totale. Si dice che si sia dimesso all’inizio degli anni 2000 a causa di un disaccordo tra lui e l’amministratore delegato del Gruppo Prada, il gruppo che all’epoca possedeva la casa di moda. Tornò alla casa di moda nel 2003, ma se ne andò più tardi nello stesso anno. A quel tempo non gli fu dato un motivo per andarsene. È tornato nel 2012 per riprendere la direzione creativa, ma ha lasciato nel 2013 per motivi personali.

Ha lasciato il mondo della moda nel 2004 per cinque anni, tornando nel 2009 a lavorare per la catena giapponese Uniclo. Lì ha iniziato la sua linea + J. Tre anni dopo, le parti si separarono (temporaneamente). È stato annunciato che nel 2020 Jill Sander riprenderà la linea + J. Questa è una linea leggermente più costosa con abbigliamento più professionale sia per le donne che per gli uomini.

READ  L'Italia ha segnalato 307 decessi da virus corona e 23.641 nuovi casi sabato

Immagine: designer Jill Sander, fotografo Peter Lindberg, via Uniclo

Stile minimal

Jill Sander e il suo fondatore sono noti per i loro design di fascia alta: moderni, eleganti e minimalisti. La casa di moda ama le “linee pulite” ed è famosa per aver modernizzato il concetto con lusso ed eleganza. Questo stile è stato utilizzato da tutti i direttori creativi che hanno seguito.

Altri direttori creativi

Sebbene il fondatore sia tornato due volte alla casa di moda, l’azienda ha ancora diversi direttori creativi. Dopo aver lasciato nel 2000, Milan Vukmirovic ha vinto dopo Sander. Nel 2005, lo stilista belga Raf Simons è stato assegnato alla maison dove è rimasto fino al 2013, dopodiché si è trasferito in Dior. Rodolfo Bagliyalanka è diventato il quarto direttore creativo nella storia della maison nel 2014. Tre anni dopo, Bagliyalunga se ne andò e Lucy e Luke Mier accettarono il movimento creativo. Myers mantiene la direzione artistica dell’etichetta fino ad oggi.

Proprietari precedenti

L’acquisizione del team OTB mette Jill Sander in mani italiane, ma non è la prima volta. La casa di moda tedesca è passata di mano per la prima volta nel 1999, quando è stata venduta al gruppo italiano Prada. Non è ancora noto quanto sia stato acquistato il marchio tedesco all’epoca.

Nel 2006 il Gruppo Prada ha venduto la maison a Change Capital Partners per 50 milioni di euro; Successivamente è emerso. Change Capital Partners è stata fondata da Luke Vandeweld, ex CEO di Marx & Spencer. Tuttavia, i partner di Change Capital non hanno impiegato molto tempo per vendere l’etichetta. Questa volta Jill Sander è passata in mano ai giapponesi per 167 milioni di euro. Da allora Holding è stata proprietaria del marchio fino ad ora, cambiando ora l’etichetta in OTB.

READ  Kelona Canadian Italian Club Zoom - Festeggia il 55 ° anniversario su Kelona Capital News

Complessivamente, il Gruppo OTB diventerà così il quinto proprietario della Fashion House. Il fondatore di OTB Renzo Rosso afferma che il gruppo ha piani a lungo termine per Jill Sander, quindi non ci aspettiamo che il marchio cambi nuovamente di mano in qualsiasi momento.

Questo articolo è stato precedentemente pubblicato su FashionUnited.NL e successivamente tradotto in inglese da Des stencil.

Immagine principale: Jill Sander