QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

4Gamers – Recensione |  Brothers: A Tale of Two Sons Remake è particolarmente forte in modalità cooperativa

4Gamers – Recensione | Brothers: A Tale of Two Sons Remake è particolarmente forte in modalità cooperativa

La categoria dei “giochi che meritano un remake” è molto ampia. Per essere onesti, neanche il gioco indipendente del 2013 Brothers: A Tale of Two Sons è in cima a quella lista. Tuttavia, 505 Games ha continuato a lavorare per aggiornare l'innovativa storia fantasy per un nuovo pubblico. Ci sono abbastanza novità per giustificare questa nuova release?

Non è stato fatto molto al concetto base del gioco. Controlli ancora i fratelli usando uno dei joystick. Li guidi attraverso un mondo fiabesco di ispirazione scandinava, pieno di ogni sorta di enigmi e occasionali mostri da sconfiggere. A volte gli enigmi sono stati leggermente aggiornati: ad esempio, c'è un ponte sul quale devi intrufolarti per rubare la chiave al troll. Nel gioco originale questo ponte era molto corto, mentre nel remake è leggermente più lungo. Dà alla nuova versione una maggiore identità.

Va detto: i controlli a volte sembrano un po’ troppo sciolti. Tuttavia, è necessario un aggiustamento mentale per abituarti a controllare entrambi i fratelli allo stesso tempo. Ma anche quando ti abitui, noti che a volte devi comunque completare il gioco per far sì che i tuoi personaggi facciano quello che vuoi.

Nelle immagini è cambiato di più. A tutto è stato dato un nuovo livello di dettaglio. Questa è sia una benedizione che una maledizione: la nuova grafica è ancora abbastanza stilizzata da dare al gioco un'atmosfera fiabesca, ma il realismo aggiunto fa sì che le scene in cui i personaggi balbettano una sorta di linguaggio parodistico perdano parte del loro impatto.

La musica del gioco originale “Brothers” è stata uno dei momenti salienti di quel gioco. 505 Games lo ha capito bene, perché è così anche nel remake. In alcuni video, la qualità audio peggiora improvvisamente, come se gli sviluppatori non avessero video di alta qualità. Fortunatamente, questo non accade molto spesso, ma ti porta fuori dall'esperienza per un po'.

READ  Dormire, spegnere o ibernare: quale scegliere ora?

La novità più grande di questa nuova versione è senza dubbio l'aggiunta della modalità cooperativa. Considerando che il gioco è stato originariamente scritto da Joseph Fares, ora noto per il gioco cooperativo definitivo It Takes Two, questa nuova modalità sembra molto adatta. È un'esperienza davvero interessante lavorare con due persone, anche se il gioco non è stato originariamente progettato per quello scopo.