QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

80 minuti noiosi e 15 grandi: Circle Brugge e Standard si sbilanciano a vicenda

80 minuti noiosi e 15 grandi: Circle Brugge e Standard si sbilanciano a vicenda

  1. 45+1' – Giallo – Moussa Djenepo
  1. 64' – Giallo – Edgaras Otkus
  2. 66' – Continua. Edgaras Otkus di Kazim Olegbe
  3. 72' – Continua. Leonardo Lopez di Malamin Efekele
  4. 72' – Continua. Stephen Alzate di Isaac Price
  5. 74' – Continua. Zinho Vanhousden di Merville Bocadie
  6. 79' – Gol – Marlon Fossey (0 – 1)
  7. 81' – continua. Alain Minda di Felipe Augusto
  8. 81' – continua. Flavio Nazzinho di Giordano Semedo
  9. 83' – Continua. Kamal Sawah per la generazione Dewailly
  10. 87' – Continua. Moussa Djenepo, regia di Souleymane Doumbia
  11. 88' – Gol – Thibaut Somers (1 – 1)
  12. 90+6' – Giallo – Hannes van der Bruggen

Jupiler Pro League – Turno 22 – 26/01/24 – 20:46

tempo icona giocatore tempo a casa com.homeIcon com.homePlayer un risultato lontanoGiocatore viaIcon awayTime

79'

Marlon Fauci

0 – 1

Marlon Fauci

79'

88'

Thibaut Somers

88'

Thibaut Somers

1 – 1

La partita di apertura del 22esimo turno tra Cercle Brugge e Standard non ha prodotto vincitori. Per molto tempo è stato un festival di passaggi sbagliati, incomprensioni e tante risse. Con due gol nell'ultimo quarto, il vantaggio alla fine della partita era minimo o nullo.

Circle Brugge: lo standard in poche parole

Uomo partita: Wilfried Kanga non ha segnato gol oggi, ma è stato più attivo. Essere grande, forte e veloce è ciò che ci si aspettava da lui e ciò che ha portato. Ci dispiace per Popovic, Utkus e Dalande, sicuramente impegnati con l'ivoriano.

distinto: Lo Standard fa fatica a vincere. Per l'ultima tripletta della Roche dobbiamo tornare al 25 novembre, alla vittoria per 1-0 contro il Racing Genk.

Momento chiave: Poi Thibaut Somers ha pareggiato. Era una partita impossibile da vincere e il colpo di testa di Somers ha assicurato quell'equilibrio sul tabellone.

Un po

Sia Cercle che Standard hanno guadagnato più dello scorso fine settimana. Una serie di grandi occasioni sono rimaste incomplete per entrambe le squadre, con la conseguente perdita di punti. Qualche gol oggi, ma la cosa ancora più toccante è la mancanza di occasioni.

READ  Yanina Wickmayer: “Se potessi scrivere e cantare la mia canzone, sarebbe davvero un sogno” | Tennis

Otto minuti dall'inizio del primo tempo, Fossey ha portato Warlison in vantaggio per la prima e, sfortunatamente, ultima volta. Dopodiché è stato principalmente combattimento, combattimento e tenacia. La creatività e il divertimento venivano messi a tacere dalla forza muscolare e dalla paura della perdita.

Dinky sembrava aver segnato un calcio di rigore dopo un morso tardivo di Nobby all'interno dell'area di rigore. Ripensandoci, è successo al momento giusto. Lardo, che ha tirato il rigore per la prima volta, è stato corretto dal VAR e ha spostato la palla dal dischetto del rigore al limite del rettangolo.

Gli scettici tra noi esultavano per il 'replay' dopo l'intervento del VAR. Noi non. Non oseremmo.

Marlon Fossey celebra il suo primo gol in modo acrobatico.

Gli angoli sono decisi

Dopo l'intervallo, Circle è stato più attivo, con Somers che ha trovato due volte un centrocampista sulla destra. Inoltre, i combattimenti hanno continuato ad avere la precedenza sul calcio. Per lo Standard Djenepo era l'uomo più forte in campo, ma non riusciva più a fare più di uno o due dribbling.

Era tutto preludio ad un finale pazzesco (buono). Il sostituto Price ha sparato con forza la palla davanti alla porta su calcio d'angolo, e Fossey ha poi mandato la palla sopra la traversa dopo il colpo di testa di Kanga.

Il segnale al Cercle di mandare avanti tutto, e a due minuti dalla fine è stato consegnato. Somers, anche lui autore di una grande partita, viene lasciato solo da Palicuesha e riesce a superare un disperato Bodart.

È costato molto sudore e, nel caso di Bob Bocadie, sangue e lacrime da parte degli spettatori, ma Circle e Standard tornano a casa con un punto ciascuno. Ciò è particolarmente negativo per lo Standard, che potrebbe vedere avvicinarsi il fondo della classifica nei prossimi giorni. Il Cercle sembra correre il rischio di perdere il contatto con i primi sei.

READ  Philip Gilbert ha voluto guidare lui stesso i Rubik: 'Ma c'è molta pressione all'interno della squadra' | Parigi Rubix

E un ulteriore peccato per lo Standard: a pochi minuti dalla fine VanHousden è dovuto abbandonare per un dolore al ginocchio. Finché non è poi così male.

Alla fine Somers è riuscito a salvare un punto per il Cercle Brugge.

Miron Muslić (Cercle Brugge): “Siamo un po' delusi oggi, perché è stata una partita mediocre da parte di entrambe le squadre. Venerdì sera meritavamo di più di questo pareggio. Il gol che abbiamo subito è stato terribile. Dopo il pareggio abbiamo fatto di tutto per segnare, ma ce lo siamo meritato”. “Non l'abbiamo fatto stasera. Siamo stati disattenti, ma anche lo Standard ha calciato tutto a Kanga per molto tempo. Il fair play è consentito, ma penso che entrambe le squadre possano fare meglio”.

Ivan Leko (standard): “Ho detto ai giocatori che dobbiamo rispettare il punto. Come ci aspettavamo in anticipo, è stata una partita dura. Ma i ragazzi sono rimasti delusi, soprattutto quando sei in vantaggio e controlli la partita. Siamo riusciti a fermare il Cercle con la nostra struttura difensiva “Non ho visto molte possibilità da parte loro dopo lo 0-1, quindi avevamo la sensazione che avremmo potuto vincere oggi. Ma questo è il calcio, dobbiamo imparare da esso. Ma un punto non è sicuramente negativo nella nostra situazione. “

Fase dopo fase

Una conclusione calda per una partita fredda

Dopo più di 103 minuti di calcio, per il Brugge è finita. Cercle e Standard l'hanno trasformata in una rissa assoluta, rendendola difficile da guardare per 75 minuti. Due calci d'angolo hanno deciso la partita, risultando in una giusta divisione dei punti dopo i gol di Fossey e Somers.

Inizia il tratto finale assoluto, con Bodart che si prende tutto il tempo necessario per calciare. Otteniamo qualcos'altro?

Kanga è forte

Ed ecco che Kanga va per l'ennesima volta in questo match, con Lemarschal come zaino. Come un blocco di granito, riusciva a tenere il passo con la palla e ad arrivare anche a Deuel che lo accompagnava. Non può calciare, il corner dello Standard non va da nessuna parte.

Kazim Olegbe è troppo veloce per Vusi, che deve commettere un errore per fermare il giovane. Lardo non la pensa così, ma più tardi Cercle si procura ancora una punizione. Tuttavia, non c’è alcuna possibilità per il verde e il nero.

6- Tempi supplementari

Verranno aggiunti altri 6 minuti.

Alla fine Somers salva un punto per il Cercle Brugge.

non l'hai fatto

Circle sente l'odore del sangue e travolge Bokade alle spalle. Nel tre contro uno le cose possono succedere velocemente per la squadra di casa, ma Nobby può ancora segnare. A questo tempo verranno aggiunti anche sei minuti.

Capitano Somers per un giro

Abbiamo anche segnato il secondo gol! È di nuovo in stasi, ma ehi, ci sto. Somers, liberato completamente da Baliquicha, può colpire di testa. Bodart non riesce a vedere la palla in tempo. Gli striscioni colpiscono nel segno e Circle ne vuole di più!

Due nuove vittime dello scontro: Djenebo e Van der Bruggen si sono presi a pugni in aria. Ancora una volta gli operatori sanitari entrano in campo con spugna e spray. La partita si è conclusa subito in favore di Djenepo.

Fuorigioco

Cosa può fare l'obiettivo. Lo Standard improvvisamente ha fiducia e Jenebo aiuta Palicuesha in uno scontro uno contro uno con Bodart. Potrebbe parare, ma anche Palicuecha era in fuorigioco.

Djenepo, solitamente dotato di buona tecnica, ignora il bel calcio. Calciare forte e lontano divenne abbastanza buono.