QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Adi Ingles dopo ‘The Big Hit’: “Primoz Roglic è già tornato da tante battute d’arresto, ma ora è troppo” | Vuelta

Roglic affronta il 2022 da dimenticare in fretta, per quanto riguarda i suoi obiettivi principali. Avendo dovuto lasciare il Tour con due vertebre rotte dopo essere caduta sul lastricato acciottolato, anche la sua Vuelta è finita questa mattina presto.

Quanto è stato forte il colpo a Jumbo-Visma? “La decisione di non iniziare stamattina è venuta dal medico della squadra d’intesa con lo stesso Primus”, afferma il ds Adi Engels. “Primoz sta soffrendo molto, molto male in gara ed era chiaro che non poteva partire dalla tappa 17”.

“Sono stato con lui per un po’, ma anche il lavoro va avanti e poi ci siamo salutati. Posso solo dire che questo è un duro colpo. Guarda: Primoz è già tornato da tante battute d’arresto ed è un enorme combattente, ad esempio, ha già vinto la Vuelta diverse volte dopo aver rinunciato al tour.

“Ma oggi è troppo. Tuttavia, resisterà di nuovo quando si riprenderà. Ovviamente il suo mondo è crollato. “

Alla Jumbo-Visma credevano ancora pienamente nella quarta vittoria consecutiva con Roglic. La giornata di ieri è iniziata bene, ma è finita alla grande. “Il piano è stato pubblicato da sabato”, ammette Engels. “Pensiamo ancora che la vittoria finale sia stata in lui, ma non possiamo aspettare fino a sabato prossimo”.

“Volevamo fare pressione dove possibile, ma ieri c’era tempo per guadagnarlo e quell’opportunità era zero ai miei occhi. È così frustrante che è riuscito a prendere il tempo e poi le cose sono andate completamente storte quando gli è stato dato anche il punteggio. “

READ  Nessun gol a Bucarest: Anderlecht e FCSB non segnano in una partita equilibrata | Lega Europea

Cosa è successo esattamente nell’ultima linea retta? “È difficile da dire. Primus non lo sa e non posso dirlo. Non ci sono stati movimenti improvvisi e penso che sia stata una sfortunata combinazione di circostanze, senza nessuno da incolpare. È stato uno sfortunato incidente di gara con impatti”.

La strada è aperta per Remco Evenepoel adesso? “Era già lì”, conclude Engels. “Il suo rivale più vicino ora è scomparso e non so cosa evocheranno quegli spagnoli con i loro cappelli. Sembra molto buono per Evenball”.