QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Aggiornamento II | “Il camionista che ha colpito la Ribellione deve già consegnare la patente in Italia”

(30 novembre 2022) David Rebellin è deceduto all’età di 51 anni dopo un tragico incidente automobilistico. L’Italia l’ha presa per ultima dopo la scorsa stagione Addio Dopo una carriera da eterno professionista, ma il disastro si abbatte durante una pedalata a Montebello Vicentino. Rebellin era di conseguenza Il Giornale di Vicenza Morto sul colpo, guidando il camion.

Secondo i media locali, non è chiaro se il camionista abbia notato qualcosa. Sta di fatto che la polizia italiana sta ancora cercando il camionista, che poco prima di mezzogiorno è stato in contatto con i Rebellion. Arrivò un’ambulanza, ma a quel punto l’italiano era già morto.

Rebellin si ritirò da professionista nell’ottobre 1992, iniziando una carriera che sarebbe durata trent’anni in totale. Ha 61 vittorie in carriera, la prima nel 1993 e l’ultima nel 2017. Un maestro delle opere classiche di Rebell. Ha corso i Grandi Giri, ma ha vinto solo una tappa al Giro d’Italia nel 1996. Quello è stato l’anno in cui è arrivato sesto nella classifica finale. Nel 1996 è arrivato settimo alla Vuelta a España.

Tuttavia, ha ottenuto un enorme successo in un lavoro quotidiano. Il 2004 è stato il suo anno migliore con vittorie all’Amstel Gold Race, Walloon Arrow e Liegi-Bastogne-Liegi. È salito sul podio per un totale di dodici volte nelle classiche dell’arrampicata, dove Rebellin si è imposto. Anche se si è avvicinato con un quarto posto nel 2008, non è mai diventato un campione del mondo. Rebellin era dedito soprattutto al ciclismo e la sua impressionante carriera si interruppe bruscamente. Stai calmo Davide…

READ  Un passeggero su dieci su un volo dall'India risulta positivo quando il Belgio arriva in Italia

Aggiornamento – 2 dicembre 2022 (15:13): Camionista trovato in Germania

Un camionista è stato trovato in Germania giovedì in Italia sopra David Rebelle. riferisce che La Gazzetta dello Sport. L’italiano è morto nell’incidente, ma il camionista si è allontanato. L’autista è stato localizzato con il suo camion, ma non è stato arrestato. Non ci sono accuse in Germania che la polizia italiana voglia perseguire. È correlato alla “carneficina veicolare”. Non si sa se l’uomo verrà successivamente arrestato.

Aggiornamento II – 3 dicembre 2022 (13:35): il camionista tedesco deve già consegnare la patente

Con il passare dei giorni, emergono ulteriori dettagli sull’orribile incidente che ha ucciso David Rebellin il 30 novembre. Un camion guidato da un tedesco di 62 anni lo ha investito. Scese nel parcheggio, vide cosa era successo e se ne andò. Il giorno dopo è stato trovato in Germania, ma non arrestato. La legge tedesca non lo consente. Non puoi fare causa lì per tale conflitto.

La Gazzetta dello Sport Viene fornito con ulteriori informazioni sull’uomo, che – per quanto dolorosamente – è già comparso in tribunale in Italia. La Procura della Repubblica di Vicenza accusa l’uomo di “omicidio colposo”, proprio perché si è allontanato dall’accaduto. Inoltre, lo scorso anno, nel 2014, ha dovuto cedere la patente dopo aver guidato in stato di ebbrezza a Chieti. Nel 2001, la condanna è stata annullata dal tribunale dopo che l’uomo ha ignorato un semaforo dopo un incidente con altre persone.