QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Assomiglia molto a George Floyd”: una donna nera riceve 17 colpi e ginocchiate da un ufficiale negli Stati Uniti |  al di fuori

“Assomiglia molto a George Floyd”: una donna nera riceve 17 colpi e ginocchiate da un ufficiale negli Stati Uniti | al di fuori

Brutalità della polizia controLe immagini della detenzione forzata di una donna di colore hanno suscitato scalpore negli Stati Uniti. I critici definiscono sproporzionato l’uso della forza, mentre il capo della polizia difende le azioni dei suoi agenti.

Aspetto. Quattro agenti trattengono la donna mentre il quinto la picchia

L’incidente è avvenuto lunedì a Charlotte, nella Carolina del Nord. Gli agenti chiamati da una persona sospetta hanno visto due persone fumare marijuana alla fermata dell’autobus. Si tratta di Christina Pierre e Anthony Lee, due dipendenti della catena di ristoranti Bojangles, che avevano appena finito il loro turno. La polizia voleva arrestarli, ma poi è scoppiata una scaramuccia.

La polizia dice che la donna prima ha dato un pugno a un agente, poi un agente le ha dato sette ginocchiate e dieci volte un pugno sul nervo femorale per sottometterla. Le immagini mostrano come la donna riporti anche lividi sul viso. Quando Lee è stato arrestato, gli agenti hanno scoperto che portava un’arma da fuoco.

Un testimone oculare ha detto che questi fatti sono molto simili a quelli di George Floyd

Lauren Newton, avvocato Christina Pierre

Johnny Jennings, il capo (nero) del dipartimento di polizia di Charlotte-Mecklenburg, difende le azioni degli agenti. “Quando le persone aggrediscono fisicamente gli agenti, si rifiutano di arrendersi e resistono all’arresto, gli agenti devono coinvolgerli fisicamente per trattenerli in sicurezza”, ha detto.

Il capo della polizia Johnny Jennings.
Il capo della polizia Johnny Jennings. © AP

“Queste sono situazioni di tensione che possono degenerare rapidamente”, si legge in una nota del dipartimento di polizia. “Non è mai facile osservare la polizia usare la forza. Gli agenti sono addestrati ad attaccare grandi gruppi muscolari per ottenere collaborazione durante un arresto.

READ  Un altro sospettato per il rapimento di Mia (8) è stato arrestato in Francia | all'estero

Jennings afferma che le riprese della telecamera sul corpo forniscono maggiore chiarezza. Tuttavia, queste foto al momento non possono essere pubblicate perché richiedono l’autorizzazione di un giudice. Attualmente è in corso un’indagine interna sugli incidenti, ma al momento non è prevista alcuna sanzione contro gli agenti coinvolti.

George Floyd

Pierre è molto colpito. “La mia cliente è assolutamente terrorizzata”, ha detto il suo avvocato, Lauren Newton. “La sua voce trema ancora. Ma soprattutto non vuole che ciò accada a nessun altro. Questi fatti sono molto simili a quelli di George Floyd”, ha detto un testimone oculare.

L'avvocato di Pierre-Lauren Newton.
L’avvocato di Pierre-Lauren Newton. ©Schermata

La morte di Floyd nel maggio 2020 ha scatenato diffuse proteste contro la brutalità della polizia e il razzismo negli Stati Uniti. L’ex ufficiale Derek Chauvin è stato condannato a 22,5 anni di carcere per l’omicidio di Floyd.

Aspetto. Le immagini dell’arresto di George Floyd, in cui Chauvin ha premuto il ginocchio sul collo di Floyd per quasi 9 minuti, hanno scioccato gli Stati Uniti

Aspetto. La brutalità della polizia rimane un grave problema negli Stati Uniti

Aspetto. La polizia ha picchiato una donna di colore dopo aver discusso di McDonald’s

Aspetto. Biden chiede di affrontare la violenza della polizia nel discorso sullo stato dell’Unione