QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

BCFI |  Folia |  Colchicina: un promemoria del pericolo di overdose

BCFI | Folia | Colchicina: un promemoria del pericolo di overdose

Segnala gli effetti collaterali O PDF Per segnalare sospetti effetti avversi.

Nessuna rivista Ordina Indica lo stretto margine terapeutico tossicologico della colchicina. Il sovradosaggio ha conseguenze potenzialmente gravi. Il dosaggio deve essere rigorosamente rispettato, prestando attenzione all'insufficienza renale o epatica e alle numerose interazioni.

Le indicazioni della colchicina nella SKP sono il trattamento degli attacchi acuti di gotta e la prevenzione degli attacchi di gotta all'inizio della terapia per abbassare l'acido urico. Menzionati anche come indicazioni: febbre mediterranea familiare e sclerodermia. Negli ultimi anni la colchicina a basso dosaggio è stata studiata in diversi problemi cardiaci (vedi Folia marzo 2016) ed è attualmente studiata in pazienti con malattia coronarica dopo intervento coronarico percutaneo (PCI, Sito web KCE).

In due articoli recenti1,2Lui ricorda La revo prescreener su di lui

  • Quella colchicina A Margine di tossicità terapeutica ristretto Ha, e

  • È proprio lì overdose Esiste il rischio di rabdomiolisi, neuropatia, depressione del midollo osseo, danni ai reni e al fegato. I primi sintomi di avvelenamento possono essere disturbi gastrointestinali (diarrea, nausea, vomito).

La revo prescreener I rapporti dicono che ce n'è ancora uno In Francia è stato segnalato un gran numero di casi di overdosenonostante le misure di mitigazione del rischio adottate, come la distribuzione del DHPC agli operatori sanitari francesi nel 2016. In effetti, i dati francesi sul controllo antiveleni e sulla farmacovigilanza (periodo 2016-2020) mostrano che

  • Errori terapeutici (ad esempio errori di dosaggio) sono ancora una causa frequente di overdose;

  • Lui lei Programma di trattamento Spesso è complicato per il paziente.

  • Casi con Esito fatale È stato segnalato, tra cui… organizzato Colchicina con macrolidi o statine;

  • Ci sono anche segnalazioni a riguardo Overdose intenzionaleQuesto fa parte di un tentativo di suicidio.

READ  Naim (17 anni): "Nonostante la mia malattia, farò di tutto per ottenere la laurea".

NB: In Belgio lo ho ricevuto Centro antiveleni Nel Periodo 2018-2022 Quasi 90 segnalazioni di esposizione alla colchicina, di cui 29 overdose accidentali e 19 overdose intenzionali.

Per ridurre il rischio di overdose di colchicina, è importante quanto segue:

  • Rispettare la dose, prestando attenzione alla presenza di insufficienza renale o epatica (nota negli anziani).

    • IL Dosaggio per attacco acuto di gotta Come menzionato nella Guida > 9.3.1. La colchicina (edizione 2024) è la seguente (Fonti: SKP, Bussola farmacoterapica, Standard per l'artrite NHG (2017)):

      • Inizia a prendere la colchicina il prima possibile. Iniziare con 1 mg per le prime 12 ore, seguito da 0,5 mg dopo 1 ora e continuare con 0,5 mg da 2 a 3 volte al giorno per i giorni successivi.

      • Negli anziani e in caso di malattie renali si consiglia una dose da 0,5 mg come prima dose.

      • In caso di insufficienza renale moderata si raccomanda una dose di 0,5 mg a giorni alterni. Il periodo di trattamento dovrebbe essere il più breve possibile. La colchicina è controindicata nei pazienti con grave insufficienza renale.

      • Il trattamento deve essere interrotto o ridotto quando il dolore si risolve o si verificano effetti avversi sul tratto gastrointestinale.

      • Utilizzare un massimo di 6 mg totali durante il trattamento. Se si verifica un nuovo attacco dopo aver completato un ciclo di trattamento, attendere almeno 72 ore prima di iniziare un nuovo ciclo di trattamento.

    • Alcune informazioni aggiuntive sull'uso negli attacchi acuti di gotta da altre fonti:

      • Trattamento per un massimo di 5 giorni. Interrompere il trattamento non appena compaiono segni di avvelenamento (diarrea, nausea, vomito), o se i sintomi non migliorano dopo 5 giorni, o se il dolore scompare. (Standard NHG “Artrite” (2017)).

      • Secondo il Standard per l'artrite NHG (2017) Durante il trattamento a breve termine con una dose bassa (0,5 mg 2-3 volte al giorno), non è richiesto alcun aggiustamento della dose per i pazienti con compromissione renale (lieve o moderatamente grave).

  • Fai attenzione alle numerose interazioni:

    • Pericolo Avvelenamento Quando associato alla colchicina Inibitori del CYP3A4 (compresi i macrolidi claritromicina ed eritromicina, derivati ​​azolici itraconazolo, ketoconazolo, posaconazolo, voriconazolo e succo di pompelmo) È P-GP (inclusi amiodarone, ciclosporina, claritromicina, derivati ​​azolici itraconazolo e ketoconazolo, verapamil): vedere Tabella 1. in Inl.6.3. E l'identificatore della tabella. Nell'Inl.6.3. controindicazioni Secondo SKP:

      • Utilizzare insieme a a Forte inibitore del CYP3A4 o della P-gp Nei pazienti con insufficienza renale o epatica.

      • Utilizzare insieme a a Macrolide In tutti i pazienti.

    • Rischio aumentato Tossicità muscolare Quando collegato con Statine o fibrati.

  • Evitare gli antidiarroici durante il trattamento Perché può nascondere i primi segni di overdose.

    In Francia esiste una forte associazione tra colchicina e oppio in polvere. La polvere di oppio può mascherare i sintomi della diarrea. Ciò spiega senza dubbio il motivo per cui in Francia sono state segnalate così tante overdose con questo collegamento.

READ  Gli scienziati dell'UCLA scoprono la medicina contro la recidiva e le metastasi del cancro al seno


Nomi delle specializzazioni:

Colchicina: Colchicina Opocalcium® (vedi manuale)

Fonti specifiche

1 Colchicina e crisi di gotta. Il dosaggio nell'RCP è stato ridotto a causa dei rischi in caso di sorpresa. La Revue Prescrère 2023; 43:347
2 Colchicina: emergenza in dosi e morte. La Revue Prescrère 2023; 43:512-515
3 Revisione del Comitato Scientifico Permanente di Farmacovigilanza e Sorveglianza dell'ANSM, sessione del 27/09/2021, via Evento – Comitato del Fronte per la Vigilanza sulle Tossiche – ANSM (sante.fr)