QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Biden critica gli “estremisti” da entrambe le parti del conflitto israelo-palestinese | Israele Palestina

Venerdì il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha convocato gli scontri tra arabi ed ebrei a Gerusalemme. Incolpa gli “estremisti” in entrambi i campi.




Biden ha detto in una conferenza stampa con il presidente sudcoreano Moon Jae: “Ho fatto sapere agli israeliani quanto sia importante che ritengo sia importante per loro porre fine agli scontri tra le comunità di Gerusalemme che sono portati avanti da estremisti di entrambe le parti”.

Il presidente Biden ha ribadito venerdì che la soluzione dei due Stati rimane “l’unica soluzione” per raggiungere una pace duratura in Medio Oriente.

La violenza che è esplosa a Gerusalemme Est e in altre città miste in Israele è dovuta principalmente alla minaccia di espellere le famiglie palestinesi a spese dei coloni ebrei.

E venerdì nuovi scontri tra palestinesi e forze di sicurezza israeliane sul Monte del Tempio a Gerusalemme. Secondo i servizi di emergenza palestinesi, è stato necessario prendersi cura di una ventina di persone.

Nel frattempo, tiene Cessate il fuoco nella Striscia di Gaza Eppure ha resistito molto bene. La tregua, entrata in vigore da giovedì sera a venerdì, è scaduta 11 giorni di pesanti combattimenti.

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha confermato venerdì in un’intervista al presidente palestinese Mahmoud Abbas che gli Stati Uniti, insieme all’Autorità palestinese e alle Nazioni Unite, vogliono contribuire alla fornitura di aiuti umanitari e alla ricostruzione della Striscia di Gaza. Blinken si recherà nella regione un giorno a venire.

In che modo il conflitto in Israele si insinua nella nostra politica: “Non punire Israele, questo incoraggerà solo un comportamento miserabile”.

READ  Gli Stati Uniti e le forze della coalizione lasciano la base aerea afgana di Bagram | all'estero

15 feriti in scontri tra palestinesi e polizia israeliana sul Monte del Tempio