QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Centinaia di migliaia di messicani scendono in piazza contro i piani costituzionali del presidente  al di fuori

Centinaia di migliaia di messicani scendono in piazza contro i piani costituzionali del presidente al di fuori

Centinaia di migliaia di persone hanno manifestato domenica in diverse città del Messico in una cosiddetta “Marcia per la democrazia” contro il progetto del presidente Andres Manuel Lopez Obrador di modificare la costituzione in diversi punti. L'affluenza è stata particolarmente numerosa a Città del Messico.

Il populista Lopez Obrador, che si definisce di sinistra ma per anni persegue una politica nazionalista di destra, vuole attuare una serie di cambiamenti costituzionali, inclusa la riforma dell’Istituto Elettorale Nazionale, che organizza e supervisiona le elezioni. I critici vedono questo come un pericolo per la democrazia e accusano AMLO, come è noto il presidente, di voler manipolare le elezioni entro la fine dell'anno a vantaggio del suo partito. Inoltre, secondo loro, López Obrador non fa abbastanza contro la violenza nel paese e utilizza programmi di assistenza sociale per comprare voti.

Gli organizzatori hanno detto che c'erano 700.000 manifestanti in più di 100 città. Proteste si sono svolte anche in Spagna e negli Stati Uniti. Secondo il governo di Città del Messico, controllato dal partito presidenziale, nella capitale si sono presentati 90.000 manifestanti.

Tuttavia, il numero effettivo era probabilmente molto più alto, poiché i partecipanti erano così tanti che non era possibile contenerli tutti nello Zocalo, la piazza centrale di Città del Messico, dove normalmente potevano riunirsi più di 100.000 persone.

Il 2 giugno in Messico si terranno le elezioni presidenziali. Claudia Sheinbaum, collega di partito di Lopez Obrador, è con ampio margine la candidata preferita nei sondaggi d'opinione. Si è dimessa da sindaco di Città del Messico l'anno scorso per concentrarsi sulla campagna. López Obrador non è idoneo alla rielezione; I presidenti possono governare solo per un mandato di sei anni.

READ  Gislan Maxwell parla per la prima volta durante il processo: 'Non sono state fornite prove, quindi non devo testimoniare' | all'estero

In risposta, Sheinbaum ha definito i manifestanti “falsi” e “ipocriti”, mentre lo stesso presidente credeva che le manifestazioni di massa “dimostrassero che il Messico è un paese libero”, ma ha descritto i partecipanti come “alcahuetes”, un termine usato in Messico per le persone che ha cercato di tenere nascosta una storia d'amore segreta.