QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Chiuse le azioni del colosso immobiliare cinese Evergrande

Evergrande, il secondo più grande sviluppatore immobiliare in Cina, sta affrontando gravi problemi finanziari. La società sta lottando per rimborsare più di 300 miliardi di dollari in impegni finanziari. Diverse agenzie di rating del credito sono inadempienti sul loro debito dopo essere inadempienti sulle obbligazioni esterne il mese scorso.

Sotto la pressione del governo cinese, che ha nominato una commissione per ridurre i rischi con rappresentanti di aziende statali a Evergrande, la società sta cercando di gestire i propri debiti in maniera controllata. La società ha dichiarato la scorsa settimana di avere un piano per pagare gradualmente le quote ai piccoli investitori. Ha anche affermato di aver ripreso il 92 percento dei progetti di costruzione in stallo.

Il piano di pagamento è stato ritirato venerdì scorso e Evergrande ha subito un altro colpo il giorno dopo: il governo di Danzhou, una città sull’isola delle vacanze di Hainan, ha ordinato alla società di demolire 39 torri di appartamenti entro dieci giorni. Gli edifici fanno parte di un resort su un’isola artificiale, la cui costruzione viola la normativa ambientale, e pertanto è stata dichiarata illegale.

fiducia

“Il mercato sta seguendo l’andamento delle vendite delle attività di Evergrande per ripagare il debito, ma questo processo richiederà tempo”, ha detto all’agenzia di stampa Reuters Konita Hong, direttore strategico del gestore patrimoniale di Hong Kong Tiger Faith. “Ma l’ordine di demolizione di Hainan danneggerà la poca fiducia che gli acquirenti di case hanno ancora nell’azienda”.

La demolizione del resort è particolarmente dolorosa perché Evergrande sperava di utilizzare le case vacanza per pagare i creditori in natura. Secondo Kenny Ng, strategist di Everbright Sun Hun Kai Asset Manager, la notizia potrebbe avere un impatto significativo sulla fiducia degli investitori. “La demolizione di un progetto completato costa il capitale investito di Evergrande e altre multe”.

Anche il trading di azioni Evergrande è stato temporaneamente sospeso nell’ottobre dello scorso anno poiché la società ha negoziato la vendita della sua attività di gestione patrimoniale per rivaleggiare con Hopson Development. Poi quell’accordo fallì. Le azioni di Evergrande sono state scambiate a 1,59 dollari di Hong Kong venerdì, in calo dell’89 percento rispetto all’anno precedente.

Il prezzo delle azioni di Evergrande è sceso di quasi l’80% dall’inizio del 2021. La società cinese è in difficoltà finanziarie e ha debiti per oltre 260 miliardi di euro.

Se Evergrande fallisce, i posti di lavoro indiretti di 3,8 milioni di cinesi andranno in fumo. Se il malessere si estende ad altre società immobiliari e ai loro investitori, il tracollo economico previsto da anni è realtà, perché un quarto dell’economia cinese dipende dal settore immobiliare. L’Evergrande non è stato chiamato per niente Lehman Brothers of Asia. La banca statunitense che si è ribaltata nel 2008 ha inaugurato la crisi finanziaria globale.

READ  Instagram e Facebook si bloccano di nuovo