QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Cosa è successo ieri sera: pesanti combattimenti all’aeroporto, Zelensky si rivolge ai russi

Secondo gli ucraini, nei pressi dell’aeroporto di Kherson sono di nuovo in corso aspre battaglie. Questa è la sesta volta che le forze armate ucraine attaccano l’esercito russo in questo aeroporto. Questi attacchi hanno già inflitto pesanti perdite alla Russia.

“Li abbiamo incontrati (i russi) di nuovo lì”, ha scritto sabato mattina su Facebook Alexei Aristovich, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. L’Ucraina dice di aver ucciso un importante soldato russo in quelle battaglie.

Nelle precedenti battaglie all’aeroporto, furono rimorchiati dozzine di elicotteri da combattimento russi e un posto di comando con ufficiali di alto rango. Tuttavia, queste informazioni non possono essere verificate in modo indipendente.

All’inizio di questa settimana, la stessa Russia ha affermato che l’intera regione di Kherson era stata occupata. Secondo il generale Igor Konashenkov, ciò era dovuto a una “operazione speciale”. La città portuale di Kherson e il capoluogo di provincia erano già caduti nelle mani dei russi all’inizio di marzo. (Kherson si trova nel sud-est dell’Ucraina, vicino alla Crimea di proprietà russa.)

I russi stanno scavando vicino a Kiev

Le immagini satellitari mostrano che nel frattempo le forze russe stanno scavando nel nord-ovest di Kiev. Costruiscono cumuli di terra attorno alle loro attrezzature. Secondo fonti ucraine, l’attacco russo alla città è stato fermato su due strade principali. L’Ucraina, tra l’altro, sostiene di lanciare un contrattacco. La Nato aveva già dichiarato che l’attacco russo alla capitale era cessato.


Strade abbandonate della capitale Kiev, i residenti si rifugiano

Foto: ca

Zelensky si rivolge alla Russia

Nel frattempo, sabato mattina, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky si è rivolto di nuovo ai russi in un videomessaggio. Zelensky ha risposto al discorso del presidente russo Vladimir Putin allo Stadio Olimpico Luzhniki di Mosca il giorno prima con i numeri sull’invasione russa del suo Paese.

Quasi 100.000 persone sono davanti allo stadio e 95.000 nella piazza stessa – insieme è più o meno uguale al numero di soldati russi che hanno invaso l’Ucraina, ha detto Zelensky. “Immagina 14.000 cadaveri in questo stadio, più altre decine di migliaia di feriti e mutilati”. Queste sono le perdite che i russi hanno subito dall’inizio dell’invasione il 24 febbraio, secondo il presidente ucraino.

Zelensky ha usato questi numeri per chiedere ancora una volta la fine dello spargimento di sangue. La guerra deve finire. “Le proposte dell’Ucraina sono sul tavolo”, ha affermato il quotidiano Okrajinska Pravda.

Zelensky si è rivolto direttamente anche al presidente russo Putin. “È ora di parlare”, dice. Il Cremlino ha finora fermato la loro barca per un faccia a faccia tra i due presidenti

READ  Ex segretario generale della NATO: è possibile che Putin utilizzi armi nucleari