QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Oltre 150 attivisti per i diritti umani uccisi in 9 mesi in Colombia: presi di mira principalmente gli indigeni | All’estero

Almeno 157 difensori dei diritti umani sono stati uccisi in Colombia nei primi mesi dell’anno. Lo afferma l’ufficio del mediatore Carlos Camargo, che vigila sul rispetto dei diritti umani nel Paese. Nello stesso periodo dell’anno scorso erano “solo” 109.

Dei 157 militanti uccisi, 32 erano indigeni, mentre solo il 4,4 per cento dei 50 milioni di colombiani erano indigeni.

Nonostante l’accordo di pace del 2016 con il movimento di guerriglia di sinistra FARC, molti leader dei gruppi etnici sono stati uccisi. Le ONG affermano che le uccisioni sono opera di milizie attive, paramilitari, criminali della droga e agenti statali.

una chiamata

“Rivolgo un nuovo appello ai gruppi armati illegali affinché rispettino la vita e la sicurezza dei leader (minoranze etniche, editore) e dei difensori dei diritti umani. Svolgono un ruolo essenziale nel garantire i diritti umani delle comunità e nel promuovere la democrazia nelle regioni”, ha affermato mediatore Carlos Camargo.

Nelle aree in cui è avvenuta la maggior parte delle uccisioni, gruppi armati, sia guerriglieri che paramilitari, si battono per controllare la coltivazione della coca. Questa è la pianta che viene utilizzata per produrre cocaina, tra le altre cose. La Colombia è il più grande produttore di cocaina al mondo.

Il nuovo presidente di sinistra Gustavo Petro vuole avviare negoziati per disarmare i ribelli ancora attivi e assicurare i trafficanti di droga alla giustizia.

In Colombia, i gruppi ribelli di sinistra, come le Forze armate rivoluzionarie della Colombia, l’Esercito di liberazione nazionale e l’M-19, hanno combattuto per decenni principalmente governi e paramilitari di destra. Il movimento di guerriglia M-19, di cui Pietro faceva parte, ha rinunciato alle armi nel 1990 e si è trasformato in un partito politico. Nel 2016 è stato concluso un accordo di pace con le FARC, ma questo non è ancora avvenuto con l’ELN, che comprendeva anche molti disertori delle FARC.

READ  L'Unione Europea sta studiando la possibilità di un finanziamento Starlink in Ucraina | Guerra tra Ucraina e Russia

I colloqui di pace sono stati sospesi nel 2019 dopo un attentato dinamitardo a una scuola di polizia nella capitale, Bogotà.



riconsiderando: