QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Covid-19: l’Italia entra in nuova serrata, colpo di Johnson & Johnson accettato dalla Francia

13 marzo (UPI) – L’Italia entra in un altro blocco mentre i casi di coronavirus aumentano, la Francia approva il vaccino Govt-19 di Johnson & Johnson e il ministro della salute della Giordania si dimette dopo sei morti per mancanza di ossigeno in un ospedale che cura pazienti con il virus corona.

Metà delle 20 regioni italiane, comprese Roma, Milano e Venezia Entrando Le nuove restrizioni COVID-19 iniziano lunedì e continuano fino al 6 aprile.

Chi si trova nelle zone definite “zone rosse” non potrà lasciare le proprie case per motivi di lavoro o di salute e tutti i negozi essenziali saranno chiusi.

“Nelle zone arancioni”. Alle persone è vietato lasciare la propria città o regione di origine, tranne che per motivi di lavoro o di salute, e possono effettuare consegne e servizi da asporto solo nei bar e nei ristoranti.

Le aree che segnalano più di 250 casi COVID-19 ogni 100.000 residenti a settimana verranno automaticamente bloccate.

A partire da sabato, l’Italia aveva registrato 26.790 nuovi casi di Covid-19, rispetto a una media di sette giorni di 21.811 – un aumento da metà febbraio, con una media di 12.246 casi in sette giorni, secondo la Johns Hopkins University. Tracker COVID-19

Venerdì, Organizzazione mondiale della Sanità Sono stati segnalati 458.159 nuovi casi, con un aumento del 2,16% rispetto al giorno precedente.

L’agenzia ha registrato 9.302 nuovi decessi venerdì, in calo di mezzo punto percentuale rispetto al giorno precedente.

Quei casi e decessi quotidiani sono simili a quelli segnalati dall’Organizzazione mondiale della sanità un mese fa, indicando che il numero di casi è piatto dopo la rivolta di gennaio.

READ  Quando si va in Italia, come vanno le cose al confine?

A partire da sabato, la JHU ha segnalato 119.469.346 casi di coronavirus in tutto il mondo. 2.647.229 di loro morirono.

Gli Stati Uniti sono ancora in testa al mondo con 29.397.804 casi e 534.275 morti.

Sabato il primo ministro giordano Fischer al-Kasavne Ha chiesto il ministro della Salute Nadir Obidat Sei persone devono dimettersi dopo che un ospedale di Salt, a 14 miglia dalla capitale del paese, Amman, è stato trovato morto.

La mancanza di ossigeno è durata circa un’ora e ha colpito i reparti di terapia intensiva e maternità dell’ospedale, anche se in quelle strutture non sono state segnalate vittime.

Obidot ha detto di sentire una “responsabilità morale” per quanto era accaduto, ma non era chiaro cosa avesse causato la carenza e si stava indagando.

Commissione nazionale francese per la salute Approvato Il vaccino COVID-19 monodose di Johnson & Johnson è venerdì, un giorno dopo che il vaccino ha ricevuto l’approvazione per la commercializzazione condizionale dalla European Pharmaceuticals Association.

Si tratta del quarto vaccino approvato dall’Azienda Sanitaria, mentre sono già in uso i vaccini Pfizer, Moderna e AstraZeneca.

A partire da giovedì, più di 4 milioni di persone in Francia avevano ricevuto almeno il primo vaccino e più di 2 milioni erano state completamente vaccinate.

In tutto il mondo, mercoledì sono stati somministrati oltre 300 milioni di vaccini, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità.