QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Dai polipi al cancro del colon: l’importanza dello screening

Dai polipi al cancro del colon: l’importanza dello screening









In questo articolo

Dai polipi al cancro del colon: l’importanza dello screening




file





Il cancro del colon (cancro del colon-retto) è uno dei tipi di cancro più comuni in Belgio e colpisce circa 8.000 persone ogni anno. La malattia provoca la morte di oltre 2.600 persone ogni anno. Ci sono però anche buone notizie: la quota di sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è salita negli ultimi anni al 70,8%. Anche la ricerca sul cancro al colon sta facendo grandi progressi. Ciò offre speranza per migliori possibilità di guarigione dal cancro del colon in ogni fase, anche se sono presenti metastasi.





Leggi anche: Tutto quello che devi sapere sul cancro al colon


Come si sviluppa il cancro al colon?





© Getty Images

Il cancro del colon si sviluppa da polipi, escrescenze della mucosa, nell'intestino. Esistono due tipi di tumori benigni: tipo A e tipo B. Il tipo A è peduncolato, a crescita lenta e se una persona normale senza predisposizione genetica sviluppa un polipo, di solito è di questo tipo. Il tipo B è piatto e cresce più velocemente del tipo A. Chiunque acquisisca questo tipo ne avrà diversi tipi nel corso della sua vita.

“I polipi sono piccoli e innocui”, afferma la professoressa Sabine Tejbar, gastroenterologa e oncologa gastrointestinale dell'Università di Lovanio. “Non li senti. Non sai di averli. Ma devi comunque rimuoverli perché sono un precursore del cancro al colon.”

I polipi possono rimanere nell'intestino per anni senza essere maligni. Ma più a lungo rimangono lì, più tempo hanno per crescere e stimolarsi. Un piccolo numero di cellule del tumore vengono sovrastimolate e si trasformano in cellule maligne. Ecco come nasce il cancro. Se le cellule vengono lasciate crescere, il cancro può svilupparsi anche attraverso la parete intestinale.

READ  Nuova infezione da influenza aviaria a Linnec e Liegi

Leggi anche: Polipi intestinali: solitamente innocui, a volte maligni









Ridurre il rischio di cancro al colon





Poiché i polipi sono un precursore del cancro al colon, è importante rilevarli. Questo può essere fatto in due modi. Il primo è attraverso la colonscopia. “In questo modo puoi vedere i parassiti e rimuoverli”, dice Tejbar. Il secondo metodo è attraverso un campione di feci. “Il campione è anomalo se c'è sangue nelle feci. Ciò significa che l'infezione sta sanguinando.” Un campione anomalo sarà seguito da una colonscopia per visualizzare e rimuovere il polipo.

L'intero processo richiede molto tempo. “Ci vogliono dieci anni prima che un polipo si irriti. Durante questi dieci anni avrete sicuramente un po' di tempo per rimuovere il polipo – aggiunge il professore – Se si rimuove la lesione benigna non si avrà più il rischio di sviluppare un cancro”. “

Leggi anche: Come ridurre il rischio di cancro al colon?






Come fai a sapere se hai un tumore?





Importanti fattori di rischio per lo sviluppo dei polipi (e quindi del cancro al colon) sono: mancanza di esercizio fisico, obesità e una dieta poco sana. Questi fattori influenzano la tua risposta immunitaria, il che significa che il tuo corpo non può combattere adeguatamente i polipi. Il più grande fattore di rischio è la malattia infiammatoria intestinale. Ciò significa che il tuo intestino è cronicamente infiammato. Pertanto il medico ti consiglierà di controllare regolarmente il tuo intestino.

Inoltre, l’invecchiamento ha un effetto. “Il nostro sistema si logorerà”, dice il professore. “Il nostro corpo non funziona più come prima. E i nostri milioni di cellule intestinali invecchiano, proprio come il nostro sistema immunitario. Quindi la difesa contro i polipi diventa sempre meno. Come ultimo fattore di rischio, il professore cita la storia di hai avuto un polipo o ne hai avuto uno Nella tua famiglia hai la poliposi. Ma se nella tua famiglia si verificano altri tipi di cancro, anche questo è un indicatore. Alcuni tipi di cancro, come il cancro al seno e il cancro allo stomaco, hanno la stessa patogenesi come cancro al colon.

READ  Quanto sono realistici gli effetti collaterali dei vaccini corona? - sapere

Leggi anche: Malattia infiammatoria cronica intestinale: sintomi non visibili, ma che hanno un impatto significativo sulla vita quotidiana






Esame corretto





Per tutte le forme di polipi/cancro al colon, è molto importante sapere quanto più possibile su se stessi. Per la persona media, c'è una probabilità del 5% di sviluppare un polipo. Di solito si tratta di un polipo di tipo A. Questi tipi di polipi crescono lentamente. “A queste persone si consiglia di controllare i movimenti intestinali tra i 50 e i 75 anni. Possono anche sottoporsi a una colonscopia a partire dai 50 anni e ripeterla ogni dieci anni”, dice Tejbar.

Inoltre, esiste un ampio gruppo di persone che hanno una predisposizione genetica indiretta allo sviluppo di polipi. Hanno maggiori probabilità rispetto al primo gruppo di sviluppare polipi di entrambi i tipi in giovane età. Secondo il professor Tejbar, le persone con un rischio medio di sviluppare polipi dovrebbero sottoporsi a una colonscopia ogni cinque anni a partire dai 40 anni.

Infine, ci sono persone che sono quasi certe di sviluppare polipi: persone con anomalie intestinali congenite, come il morbo di Crohn o la colite ulcerosa. Saranno costantemente monitorati dal medico.

Leggi anche: La relazione tra cancro al colon e nitriti/nitrati negli alimenti






Trattamento del cancro al colon





Il modo in cui si manifesta il tumore (dovuto o meno alla predisposizione genetica, al tipo di tumore, ecc.) determina il comportamento, la biologia e il trattamento del cancro. “Se il tumore è nella parete intestinale e non ci sono metastasi, eseguiremo un intervento chirurgico”, afferma il professor Tejbar. A seconda del tessuto toccato o meno dal tumore, può seguire la chemioterapia. Se il tumore si diffonde attraverso il flusso sanguigno ai polmoni o al fegato, è necessaria la chemioterapia.

“La nostra conoscenza sui polipi e sul cancro del colon è già molto ampia, ma dovranno svilupparsi di conseguenza terapie adeguate per intervenire sul tumore”, conclude il professor Tejbar. “Ho grandi speranze in questo. Dateci ancora qualche anno. La mia ambizione è una sala d'attesa vuota nel reparto di oncologia gastrointestinale, dove curo il cancro. E voglio una sala d'attesa piena dove faccio l'endoscopia.








READ  L'organo 'inutile' può essere un'arma importante contro il cancro

fonti:
























Ultimo aggiornamento: marzo 2024















Fondazione 100 anni di cancro

Fondazione 100 anni di cancro

Fondazione per il cancro

Nel 2024, la Cancer Foundation celebrerà il suo centenario sotto il patrocinio reale della regina Mathilde. Fin dall'inizio, nel 1924, la sua motivazione principale è stata: trasformare la speranza in vittoria.

100 anni di lotta contro il cancro – Fondazione per il cancro













Articoli sulla salute nella tua casella di posta? Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi un e-book gratuito di ricette salutari per la colazione.