QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Decine di britannici sono rimasti intrappolati sotto la neve per giorni…

Immagina: esci di casa la sera per un drink in un bar e improvvisamente si abbatte una forte tempesta di neve, lasciandoti bloccato nel bar per diversi giorni. Un sogno segreto per alcuni, ma per decine di britannici lo scorso fine settimana è diventato realtà. Circa 60 persone sono rimaste intrappolate in un remoto pub innevato nell’inospitale Yorkshire Dales della Gran Bretagna da venerdì sera. Ma niente panico, figuriamoci nostalgia di casa. “L’atmosfera è fantastica e la birra disponibile è più che sufficiente”, afferma un cliente bloccato.

Fonte: BBC

La pagina Facebook descrive il Tan Hill Inn come “un pub unico in una posizione unica, arroccato in cima alle montagne Penninian, con viste mozzafiato, un caminetto, bevande calde, birra locale e buon cibo”.

Se questa descrizione è corretta, allora ci sono posti peggiori sulla Terra che sono rimasti bloccati per giorni. Decine di persone si sono riversate nell’appartato pub della Yorkshire Dales Nature Reserve, il lodge più alto (528 metri sul livello del mare) del Regno Unito, per un concerto della tribute band degli Oasis venerdì sera.

Tempesta Irwin

Quella stessa sera, sono stati sorpresi dalla tempesta Arwen, che ha portato un’ondata di freddo e molta neve nell’area. Sabato mattina, il pub era coperto da uno strato di neve di quasi un metro e ci sono volute alcune pesanti spalate per uscire dall’edificio.

Forti temporali hanno anche interrotto le linee elettriche nell’area e le strade perturbate. Le temperature gelide continuano ancora tre giorni dopo, lasciando i partecipanti intrappolati come topi nel pub da tre notti.

READ  Ministro tedesco: indicazioni che gli autori dell'attacco di Würzburg con un coltello avevano motivazioni islamiche | all'estero

Ma l’atmosfera è ancora abbastanza buona, a quanto pare. Il regista Nicola Townsend (61) ha detto alla BBC lunedì mattina che alcuni clienti preferirebbero rimanere più a lungo. “I nostri ospiti sono molto pazienti e molto comprensivi e ne siamo molto felici”, dice. “Il nostro personale ha lavorato duramente per giorni per renderlo il più sopportabile possibile per tutti, ma i clienti si rimboccano anche le maniche e aiutano a lavare le tazze e a tenerle pulite qui”.

gara di karaoke

I partecipanti riempiono le loro giornate intrattenendosi con un quiz, giochi da tavolo e persino una serata karaoke organizzata insieme. Naturalmente, anche le bevande disponibili contribuiscono al fatto che l’atmosfera al Tan Hill Inn non scende mai sotto lo zero. “Cerco di fare in modo che la gente non beva tutto il giorno, perché se all’improvviso appare un messaggio che tutti possono andarsene, ovviamente deve essere possibile farlo in modo sicuro e responsabile. Quindi niente alcol a colazione”, ride Nicola.

Quando arriva il momento per i clienti di ottenere il via libera per lasciare il bar, dopotutto Nicolas potrebbe versare una lacrima. “È un cliché, ma qui si applica: i clienti sono entrati come estranei, ma molti se ne sarebbero andati da qui come amici”.

Guru