QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Dopotutto, Trump non testimonierà nel caso di frode giudiziaria di New York  al di fuori

Dopotutto, Trump non testimonierà nel caso di frode giudiziaria di New York al di fuori

Lunedì Trump dovrebbe comparire come testimone della difesa nella fase finale del processo, in corso dall’inizio di ottobre. Ma il repubblicano ha scritto in una dichiarazione sui social media che non avrebbe testimoniato perché aveva già testimoniato “con molto successo e in modo convincente” e non aveva “nient’altro da dire se non che si tratta di un’ingerenza completa e globale nelle elezioni”.

Il processo riguarda il futuro dell’impero economico del 77enne ex presidente degli Stati Uniti. Il procuratore generale accusa Trump, i suoi figli e i suoi dipendenti di aver manipolato per anni il valore della Trump Organization per ottenere prestiti e contratti assicurativi migliori.

Il procuratore generale dello Stato di New York, Letitia James, chiede a Trump di pagare 250 milioni di dollari e di vietargli di fare affari a New York.

In effetti, Trump aveva già testimoniato a novembre in un’udienza accesa e a volte caotica, affermando ripetutamente che il valore delle sue proprietà era sottostimato, non gonfiato. Tuttavia, ha anche ammesso liberamente di aver influenzato la rendicontazione finanziaria, e in alcuni casi si è contraddetto. Durante il procedimento i pubblici ministeri hanno anche interrogato i suoi figli Donald Jr., Eric e Ivanka.

READ  La controparte tedesca di Sensano ha consigliato di mettere un tetto alle comunicazioni | Corona virus quello che c'è da sapere