QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Effetti collaterali e durata della protezione: tutto sulla vaccinazione RS

Effetti collaterali e durata della protezione: tutto sulla vaccinazione RS

All’inizio di questa settimana, abbiamo comunicato che il Board of Health stava rivedendo i suoi piani di vaccinazione per i bambini. Il consiglio è quello di proteggere tutti i giovani dal virus RS. Investighiamo Come funziona la vaccinazione RS? Quali sono i possibili effetti collaterali?

Il virus RS è uno dei virus del raffreddore più comuni nei bambini ed è particolarmente attivo in inverno. Anche se la maggior parte dei bambini presenta solo lievi sintomi del raffreddore, questo rappresenta un potenziale pericolo per i bambini, causando bronchiolite o polmonite.

Gruppi a rischio di virus RS

I bambini nati prematuri, affetti da sindrome di Down o con difetti cardiaci congeniti corrono un rischio maggiore di complicazioni gravi. Circa l’1-2% dei bambini finisce in ospedale e alcuni addirittura devono andare in terapia intensiva. Fortunatamente, la possibilità di morte nei Paesi Bassi è ridotta, ma nei paesi con assistenza medica limitata questa possibilità è maggiore.

Vaccinazione RS

Attualmente non esiste un vaccino standard contro il virus RS. In precedenza, i bambini considerati a rischio ricevevano la “vaccinazione passiva” con palivizumab. Questo farmaco doveva essere assunto mensilmente durante la stagione del virus RS ed era efficace solo per quattro settimane. Il farmaco nercevimab, recentemente commercializzato, è registrato per l’uso in tutti i bambini, non solo nei gruppi ad alto rischio.

Leggi anche tutto sul rotavirus: cos'è e come prevenirlo?

Protezione della velocità e della durata

Quando il nercevimab viene somministrato attraverso la madre, sono necessarie due settimane affinché gli anticorpi diventino efficaci per il bambino. Se il vaccino viene somministrato direttamente al bambino la protezione si attiva immediatamente. Nirsevimab fornisce protezione per almeno cinque mesi, rendendo sufficiente una dose per stagione virale della RS per prevenire infezioni gravi. È importante somministrare il vaccino al momento giusto. Ad esempio, se una madre partorisce dopo la stagione del virus, non ha senso somministrare il vaccino tramite lei, perché la sua efficacia diminuisce nel momento in cui il virus si riattiva.

READ  La nuova tecnologia rileva i tumori più velocemente

Effetti collaterali del vaccino RS

Gli effetti collaterali della vaccinazione materna sono generalmente lievi e di breve durata, sebbene siano in corso ricerche sulla possibilità di un lieve aumento del rischio di parto prematuro. Gli effetti collaterali sono rari nei bambini. L'Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha segnalato alcuni possibili effetti collaterali, come una macchia rossa o dolorante nel sito di iniezione o febbre. Nei paesi che hanno già vaccinato contro il virus respiratorio sinciziale, finora non sono stati segnalati effetti collaterali gravi dopo oltre settemila vaccinazioni.

Quando sarà disponibile il vaccino?

L'Ufficio sanitario ritiene che sia importante vaccinare i bambini contro il virus RS nell'ambito del programma nazionale di vaccinazione. Ma il ministro Van Oijen dice che al momento non ci sono soldi per farlo. La decisione in merito spetta al prossimo governo.

La torta della mamma La prima uscita del 2024, Love & Sex, è ora nei negozi. Vuoi che il tuo luccicante sia sempre il primo ad arrivare alla tua porta? Allora iscriviti adesso A soli 29,95€ all'anno.