QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Facebook testa la crittografia end-to-end su Messenger – Notizie

Dopo anni di rallentamento, Facebook ha iniziato a testare la crittografia end-to-end standard per Messenger. La tempistica non è una coincidenza poiché la società ha condiviso chat questa settimana che hanno portato all’arresto di un adolescente.

In un post sul blog, Meta annuncia che alcuni utenti ottengono automaticamente la crittografia completa per alcune delle loro chat utilizzate di frequente. È un test per fornire la crittografia end-to-end a tutti gli utenti.

Chiunque stia chattando su WhatsApp oggi, anche da Meta, ha la crittografia end-to-end (E2EE) come standard. Su Messenger, questo è possibile solo se avvii una conversazione come “Conversazione segreta” nelle Impostazioni. Meta ha sempre detto che era l’ambizione di offrire questo anche su Messenger, ma l’implementazione efficace è stata anni dietro di me. WhatsApp ha questa opzione dal 2014.

Allo stesso tempo, Meta sta anche testando “Secure Storage”, una funzione in cui gli archivi di vecchi messaggi non crittografati vengono archiviati in forma crittografata. Ad esempio, rimane recuperabile quando si cambia dispositivo, ma non è accessibile alle forze dell’ordine. Si stanno anche lavorando sulle opzioni per cancellare i messaggi e sincronizzare i messaggi eliminati su diversi dispositivi.

tempismo sensibile

Il valore aggiunto di E2EE è, tra le altre cose, che le autorità non possono visualizzare i messaggi di chat quando richiedono dati dal Meta. Lo stesso vale per gli hacker, nel caso in cui l’azienda ne risenta. Solo il mittente e il destinatario possono farlo. Ovviamente non importa se qualcuno cerca il tuo dispositivo da solo, perché i messaggi vengono nuovamente decifrati lì.

Tuttavia, non è un caso che Meta stia facendo questo annuncio solo ora. All’inizio di questa settimana, è stato annunciato che una ragazza di 17 anni dello stato americano del Nebraska è stata accusata di aborto illegale. La polizia ha trovato prove di ciò nelle conversazioni di Messenger con sua madre. Richiedendo questi messaggi di chat da Meta, è stato concesso loro l’accesso.

READ  Analisti: Apple lancerà un MacBook Air da 15 pollici nel 2023 - Computer - Notizie

Facebook usa spesso questa tecnica. All’inizio di questo mese, ad esempio, è stato annunciato che gli annunci che incitano alla violenza o all’odio possono ancora essere approvati senza problemi. Solo pochi giorni dopo, Facebook ha comunicato che stava già lavorando attivamente per rimuovere materiale dannoso.

In un post sul blog, Meta annuncia che alcuni utenti ottengono automaticamente la crittografia completa per alcune delle loro chat utilizzate di frequente. È un test per offrire la crittografia end-to-end a tutti gli utenti, chiunque parli oggi su WhatsApp, anche da Meta, ha la crittografia end-to-end (E2EE) come standard. Su Messenger, questo è possibile solo se avvii una conversazione come “Conversazione segreta” nelle Impostazioni. Meta ha sempre detto che era l’ambizione di offrire questo anche su Messenger, ma l’implementazione efficace è stata anni dietro di me. Ad esempio, WhatsApp ha questa opzione dal 2014. Nel frattempo, Meta sta anche testando “Secure Storage”, una funzione in cui gli archivi di vecchi messaggi non crittografati vengono archiviati in forma crittografata. Ad esempio, rimane recuperabile quando si cambiano i dispositivi, ma non è accessibile alle forze dell’ordine. Si stanno anche lavorando alle opzioni per cancellare i messaggi e sincronizzare i messaggi eliminati su diversi dispositivi.Il valore aggiunto di E2EE è, tra le altre cose, che le autorità non possono visualizzare i messaggi di chat quando richiedono dati dal Meta. Lo stesso vale per gli hacker, nel caso in cui l’azienda ne risenta. Solo il mittente e il destinatario possono farlo. Certo, non importa se qualcuno effettua una ricerca sul tuo dispositivo, perché ci sono messaggi che sono stati nuovamente decifrati, ma non è un caso che Meta ora arrivi con questo annuncio. All’inizio di questa settimana, è stato annunciato che una ragazza di 17 anni dello stato americano del Nebraska è stata accusata di aborto illegale. La polizia ha trovato prove di ciò nelle conversazioni di Messenger con sua madre. Richiedendo questi messaggi di chat dal Meta, è stato concesso loro l’accesso. Facebook usa spesso questa tecnica. All’inizio di questo mese, ad esempio, è stato annunciato che gli annunci che incitano alla violenza o all’odio possono ancora essere approvati senza problemi. Solo pochi giorni dopo, Facebook ha comunicato che stava già lavorando attivamente per rimuovere il materiale dannoso.

READ  Speedrunner batte Pokémon Shining Pearl in meno di un'ora