QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Groen vuole colmare il divario di protezione tra lavoro permanente e temporaneo – Belgio

Il divario nella protezione sociale tra le persone che hanno un lavoro fisso e le persone che hanno un lavoro temporaneo è molto ampio e deve essere colmato.

Lo hanno detto alla vigilia del 1 ° maggio il presidente di Gruenne Meriem Almachy e il rappresentante Evita Willart. I Verdi fiamminghi suggeriscono, tra le altre cose, una migliore protezione per il numero crescente di fornitori di pacchi e pasti.

Non c’è più niente da ignorare. Il numero di corrieri di biciclette, pasti e pacchi è aumentato più di prima a causa della crisi Corona. Ma quelli chiamati platform worker ricevono poca o nessuna protezione sociale. E non sono certo gli unici lavoratori che devono fare i conti con la precarietà del lavoro o la scarsa protezione sociale.

Secondo il deputato ecologista Evita Willart, il 30% di tutti i dipendenti belgi ha un lavoro non sicuro o temporaneo. Queste sono le persone che sono state le prime a riscontrare problemi quando è scoppiata l’epidemia di Corona. Questo è il lato negativo del nostro mercato del lavoro poiché i lavoratori sono maggiormente a rischio di povertà, afferma Willart.

“Tutti i diritti sociali”

Per Groen, la protezione sociale per le persone in situazione precaria dovrebbe essere aumentata. Chiediamo che a coloro che, ad esempio, attraversano la città per consegnare la pizza, vengano garantiti tutti i diritti sociali. L’accordo di coalizione prevede che questi contratti verranno valutati. Invito il ministro dell’Economia e dell’Occupazione, Pierre-Yves Derman (PS), a offrire alle persone con posti di lavoro deboli una maggiore protezione sociale, afferma Willaert.

Il divario tra posti di lavoro permanenti e temporanei deve essere colmato. “ Non dovremmo ritardare questo ”, dice Miriam Almasi, presidente di Gruenne. Secondo Elmasi, colmare questo divario dovrebbe aiutare a prevenire “la scissione del mercato del lavoro belga in squadre A e B: una con diritti sociali e un’altra senza”.

READ  "Le Americhe hanno bisogno di più dosi del vaccino COVID-19 a un ritmo più veloce" - Suriname Herald

È quanto hanno affermato il presidente dei Verdi Meyrem Almaci e il parlamentare Evita Willaert alla vigilia del 1 ° maggio. I Verdi fiamminghi suggeriscono, tra le altre cose, una migliore protezione per il numero crescente di fornitori di pacchi e pasti. Il numero di corrieri di biciclette, pasti e pacchi è aumentato più di prima a causa della crisi Corona. Ma quelli chiamati platform worker ricevono poca o nessuna protezione sociale. E non sono certo gli unici lavoratori che devono fare i conti con la precarietà del lavoro o la scarsa protezione sociale. Secondo il deputato ecologista Evita Willart, il 30% di tutti i dipendenti belgi ha un lavoro non sicuro o temporaneo. Queste sono le persone che per prime hanno riscontrato problemi quando è scoppiata l’epidemia di Corona. Questo è il lato negativo del nostro mercato del lavoro poiché i lavoratori sono maggiormente a rischio di povertà, afferma Willart. Per Groen, la protezione sociale per le persone in situazione precaria dovrebbe essere aumentata. Chiediamo che a coloro che, ad esempio, attraversano la città per consegnare la pizza, vengano garantiti tutti i diritti sociali. L’accordo di coalizione prevede che questi contratti verranno valutati. Invito il ministro dell’Economia e dell’Occupazione, Pierre-Yves Derman (PS), a offrire alle persone con posti di lavoro deboli una maggiore protezione sociale, afferma Willaert. Il divario tra posti di lavoro permanenti e temporanei deve essere colmato. “ Non dovremmo ritardare questo ”, dice Miriam Almasi, presidente di Gruenne. Secondo Elmasi, colmare questo divario dovrebbe aiutare a prevenire “la scissione del mercato del lavoro belga in squadre A e B: una con diritti sociali e un’altra senza”.