QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Gruppo a rischio vaccinare rapidamente” – NRC

Rob Hermanusen sa che molti medici di base ad Amsterdam sono preoccupati per il vaiolo delle scimmie. “C’è un sacco di sconvolgimento”. Dirige una grande clinica pubblica (7.200 pazienti) ad Amsterdam dove molte persone provengono dal gruppo a rischio: uomini con diversi contatti sessuali con uomini. Lunedì scorso, Soa Aids Nederland ha organizzato un webinar sul vaiolo delle scimmie per gli operatori sanitari. C’erano così tante persone interessate, ottocento, che si è dovuto ripetere l’incontro digitale.

L’organizzazione RIVM ha annunciato giovedì che il numero di casi confermati di vaiolo delle scimmie è salito a quasi 550 dall’ultimo focolaio nei Paesi Bassi e quasi tutti sono legati a uomini che hanno rapporti sessuali con uomini, ma in linea di principio tutti possono contrarre il virus che si diffonde. Attraverso uno stretto contatto come coccole o sesso.

Secondo Hermannussen, il numero effettivo di infezioni è molto più alto. Molte persone hanno sintomi limitati e non vanno dal medico. Sospetto anche che i sintomi siano spesso così lievi che quando qualcuno va dal dottore, non pensa al vaiolo delle scimmie. Inoltre, la ricerca belga ha ora dimostrato che impedisce alle persone di sviluppare sintomi. Anche questi casi non sono inclusi nelle cifre”. Inoltre, i numeri sono “per definizione dietro i fatti” perché il periodo di incubazione del vaiolo delle scimmie è di solito più di una settimana.

Hermanussen ha invitato il ministro Ernst Kuipers (Sanità pubblica, D66) a riconoscere che i numeri mostrano solo la “punta dell’iceberg”. Vuole vedere più urgenza di vaccinare più velocemente. Parla a nome del gruppo consultivo per la salute sessuale del Collegio olandese dei medici generici, del gruppo di sessualità HAG e a nome di quattordici colleghi medici che lavorano frequentemente con il gruppo a rischio.

READ  Esperti: vaccinare il gruppo a rischio contro il vaiolo delle scimmie

“La preparazione è in pieno svolgimento”

Molti clienti del GGD Rotterdam-Rijnmond chiedono quando il vaccino sarà disponibile, ha scritto la dott.ssa Hannelore Götz. Ne sente parlare anche da altri centri di salute sessuale (Sopoli). “Una domanda comprensibile. Allo stesso tempo, so che i preparativi per questa campagna sono complessi e in pieno svolgimento”.

Il 7 luglio, Kuipers ha scritto di voler iniziare la vaccinazione “il prima possibile”, prima ad Amsterdam, dove ora si verifica la maggior parte delle infezioni. Ma una settimana e mezzo dopo, un portavoce del dipartimento sanitario municipale di Amsterdam ha affermato di non sapere ancora quando sarà possibile prendere il primo attacco preventivo. “Si sta scrivendo un business plan”. Diverse centinaia di persone hanno già ricevuto un vaccino perché sono state in stretto contatto con un paziente affetto da vaiolo delle scimmie. L’iniezione dovrebbe garantire che qualsiasi malattia sia più lieve.

Kuipers definisce il gruppo target per il vaccino preventivo come segue: uomini MSM e transgender che ora stanno ricevendo pillole per la prevenzione dell’HIV PrEP tramite GGD, sono in lista d’attesa o sono noti per avere un rischio maggiore di malattie sessualmente trasmissibili, ad esempio perché hanno recentemente è stato avvertito di una MST o ha avuto reclami su una MST. Ad esempio, 32.000 persone possono beneficiare della vaccinazione preventiva a due dosi. I Paesi Bassi hanno 70.000 vaccini disponibili, e questo è abbastanza.

Hermanussen osserva che secondo il “Consiglio di esperti”, che ha scritto il consiglio su cui Kuipers naviga, i membri del gruppo a rischio vengono non solo da GGD soapoli, ma anche da altri operatori sanitari, come il medico di base. Vorrei invitare il Ministro a dare ascolto a questo consiglio: “Riconosce la scarsità di vaccini e quindi vuole che il Ministro faccia pressioni per l’espansione della capacità produttiva nel contesto europeo. I tempi di consegna del vaccino, che è ancora un’azienda danese la produzione è di un anno e mezzo, secondo il consiglio di esperti. Hermannussen “Vuole sapere perché”.

READ  L'entità dell'ondata influenzale è paragonabile all'epidemia di influenza acuta nel 2018 | l'interno

Soa Aids Nederland ritiene inoltre che la vaccinazione dovrebbe iniziare presto e che le vaccinazioni dovrebbero essere rese immediatamente disponibili a tutti i GGD. RIVM afferma di voler iniziare “il prima possibile”, ma afferma che la campagna di vaccinazione deve essere eseguita “con attenzione”. Il portavoce sottolinea che non è ancora noto quanto sia efficace il vaccino contro il vaiolo: il produttore in Europa non lo ha registrato come prevenzione del vaiolo delle scimmie (cosa che è accaduta negli Stati Uniti e in Canada). Pertanto, i destinatari devono concedere un’autorizzazione aggiuntiva. Ci dovrebbe essere un sistema di punteggio per potenziali effetti collaterali e uno studio parallelo per misurare l’efficacia dei vaccini. I costi totali sono stimati in oltre 3 milioni di euro.

Inoltre, il personale deve essere “formato e coordinato” durante il periodo di congedo, secondo il RIVM, e data la scarsità di vaccini, “gli inviti dovrebbero essere inviati in modo discreto”. Un certo numero di persone del gruppo target “non sono registrate a proprio nome per motivi di privacy” utilizzando il sapone, il che potrebbe rendere più difficile raggiungerle. Nederland riferisce che il desiderio di vaccinazione tra il gruppo target è alto.

“Dobbiamo sferrare dei colpi ora”, dice JB Hermanusen. Secondo lui, il RIVM ha paura di non farlo al meglio. “Non credo che dovresti avere troppa paura di vaccinare qualcuno.” Si è preso volentieri qualche fine settimana per illudersi. “Gli uomini che fanno sesso con uomini non vivono davvero su un altro pianeta. Hanno anche connessioni con il resto della società. Ora vediamo principalmente giovani sani che prendono il vaiolo delle scimmie, ma cosa succede se si diffonde agli anziani? O ai bambini? Noi non ne ho idea”.