QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Hoffkins sull’eccezionale Kawabe: “È più pazzo del giapponese medio, il che si adatta perfettamente allo Standard” |  Lega professionistica Jupiler

Hoffkins sull’eccezionale Kawabe: “È più pazzo del giapponese medio, il che si adatta perfettamente allo Standard” | Lega professionistica Jupiler

Dopo un inizio difficile con 3 su 18, lo Standard ha trovato il ritmo. Una delle figure chiave della rinascita del popolo di Liegi è il giapponese Hayao Kawabe.

Il 28enne centrocampista ha segnato un altro gol contro l’Anderlecht, il sesto della stagione. “È stato enorme”, ha detto il commentatore Peter Vandenemppt. “Fa andare avanti la squadra.”

È stata pura fortuna nel mercato dei trasferimenti. Lo Standard non si è accontentato di pagare solo un milione e mezzo di euro per un centrocampista del Grasshoppers Zurigo, che porta la maglia numero 7 della Svizzera.

Seguono il giapponese da quando giocava ancora nel suo paese d’origine. “È uno dei pochi giocatori che siamo riusciti a prendere presto e lo abbiamo cercato con molta attenzione”, dice l’allenatore Karl Hofkens.

“Ho guardato molte partite di Kwabe e ho visto che aveva qualcosa di speciale”. Hofkins non è sorpreso di essere ora il giocatore di punta dello Standard. “No, è fondamentalmente una sorpresa che gli ci sia voluto così tanto tempo per raggiungere il suo vero livello.”

“All’inizio della stagione faceva ancora fatica, perché anche noi faticavamo a mantenere il controllo. Ma ora che riusciamo a muovere meglio la palla, è molto bravo. Lavora duro per la squadra, e questo è molto importante”.

Il suo spettacolo non è la sua unica fonte. “È freddo come il ghiaccio in area di rigore”, aggiunge Hofkens.

Con la sua personalità contribuisce anche a creare un buon clima di squadra. “È un po’ più pazzo del giapponese medio, e questo si adatta perfettamente allo Standard”, ride Hofkens.

READ  Il fatto che tutti lo odino scatena la bestia interiore: la psicologia di Romelu Lukaku prima della partita più carica di sempre | Serie A

“Lui Uno dei ragazzi. Si inserisce bene nel gruppo. Fa del suo meglio per capire se stesso. “Vuole adattarsi anche in tutti i settori, compreso ad esempio quello alimentare.”

Il giapponese, insieme al capitano Arno Bodart, potrebbe diventare uno dei leader in campo. “Bodart parla poco nello spogliatoio, ma in campo dà il buon esempio. Per un allenatore è una cosa fantastica”.

Dopo la sconfitta per 6-0 contro l’Anversa, la sosta per le nazionali sembra aver dato nuovo slancio allo Standard. 4 su 9 contro Genk, Club Brugge e Anderlecht è un ottimo risultato.

“Dopo il 6-0 era tempo di pensare”, dice Hofkens. “La squadra è migliorata molto rispetto all’inizio difficile, ma non siamo ancora dove dovremmo essere. La partita contro l’Anderlecht è stata la ricompensa per il duro lavoro”.

Tuttavia, ci deve essere più regolarità nelle prestazioni. “Il fuoco non dovrebbe spegnersi, perché lo standard è il fuoco. Ma non dovrebbero essere ‘elefanti rosa’ una settimana e ‘inferno’ quella successiva. È importante trovare la via di mezzo.”