QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I clienti abituali partecipano all’asta di embrioni delle Fiandre in Italia

I clienti abituali partecipano all’asta di embrioni delle Fiandre in Italia


L’asta dell’agnello delle Fiandre presso Borough of Italian Chat & Relay ha attirato l’attenzione mondiale e si è conclusa con una buona vendita sabato sera 18 novembre. Il prezzo medio è stato inferiore a quello dell’anno scorso, come del tutto previsto. “Il mercato è diventato più realistico”, affermano Luc van Bumbroeck e Gerald Leinards. “Ma le vendite sono state buone in termini di prezzo/qualità. Questi saranno clienti soddisfatti.

Dopo il ricevimento nelle cantine de Il Boro, il gruppo internazionale si è spostato nel bellissimo anfiteatro dove si è svolta per la seconda volta l’asta. Ancora una volta, il team della Flanders Foal Auction ha confermato quanto sia importante fare offerte sul posto poiché la maggior parte è stata venduta sul posto, proprio come a Dublino all’inizio di quest’anno. Solo due embrioni sono finiti nelle mani degli offerenti online.

È stata la seconda metà dell’asta a diventare più strana. Un cliente belga, che in precedenza aveva catturato interessanti puledre ‘Fiandre’, ha acquistato il puledro di Catogi dalla cavalla Grand Prix di 1,70 metri Gancia de Muse (Malito de Reve) per € 52.000. Diamant de Semilly su Azuela de Muze (Heartbreaker) per 40.000 euro ed Ermitage Kalone per 36.000 euro su una sorellastra di Balu du Reventon è stata acquistata da un cliente affezionato degli Emirati. Infine, il vincitore del Grand Prix da 1,60 milioni Baloo du Reventon di Ascaria è stato venduto per 62.000 euro.

“È stato pagato un prezzo davvero buono, ma ciò che avevamo previsto si è avverato. La pubblicità e i prezzi molto alti forse appartengono al passato e sia gli allevatori che gli acquirenti stanno diventando un po’ più realistici. A causa dell’elevato numero di embrioni prodotti e il numero delle aste, l’unicità è scomparsa. Tuttavia, esiste un mercato per embrioni allevati in modo così interessante. Crediamo che esista, perché da questo gruppo
I cavalli che saltano sono buoni. Siamo orgogliosi che così tanti clienti abituali vengano a Il Borro e comprino qui”, affermano Luk Van Puymbroeck e Gerald Lenaerts.

READ  Laura Dijkema lascia l'Italia per "sperimentare la cultura sportiva americana"

I clienti francesi hanno acquistato sul posto il rubacuori dal vincitore di Spruce Meadows Candy per 32.000 euro, e le vendite sono proseguite anche a Monaco, Messico, Irlanda, Svizzera e ovviamente Italia. Gli embrioni più economici sono stati venduti a 14.000 € e il banditore Louis de Klein lo ha trovato davvero impressionante, vendendo Emerald x Maillard Carthago dal pedigree di Ben Maher Cella per questi soldi.

Fonte: comunicato stampa Wendy Scholten