QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I Red Flames battono l’Italia dopo il gol nel finale di Wullert nella Arnold Clark Cup |  calcio belga

I Red Flames battono l’Italia dopo il gol nel finale di Wullert nella Arnold Clark Cup | calcio belga

Salva le fiammeI Red Flames battono l’Italia 1-2. Dopo sei sostituzioni e un infortunio a Laura De Neve, Tessa Wullert ha segnato 10 gol contro 11 gol in 90 minuti.

È stata la prima partita dell’Arnold Clark Trophy. Al 14′ entra in campo il Ct della Nazionale con i guantoni. Vede Dont, DeTruer e Janssens mettere più pressione sulla difesa italiana alle spalle di de Caigny. Funziona. De Neve gioca perpendicolare allo scavo che trova DeTruyer. Un contrabbasso va bene con De Caigny. DeTruer aggira Schroffenecker e segna. 19 di Detruyer. Seconda base, primo gol.

28° minuto. Improvvisamente Caruso spara forte sulla palla dalla sinistra. Evrath colpisce la pelle sopra il bersaglio. Era la prima e unica volta che la forte coppia Keys – Di Neve non riusciva a neutralizzare lo sforzo offensivo italiano.

Nell’Europeo le Fiamme dall’Italia ce l’hanno fatta con fatica. È stato un evento storico quando sono passati ai quarti di finale. Successivamente, il Belgio ha sgretolato il forte. L’Italia gioca il Mondiale in estate e le belghe possono andare in vacanza. Eliminato dal Portogallo. Due domande. Cosa è rimasto dell’atmosfera inglese e possiamo aggiungere qualcosa in più quest’anno? Se il primo tempo a Milton Keynes è un’anteprima delle cose a venire, aspettati quanto segue. Il Belgio gioca un primo tempo maturo. L’Italia non era certo al top con due giocatori basati sull’Europeo. Cherniels ha messo Woollart in panchina per la pausa.

Dall’inizio del secondo tempo, la squadra italiana ha aumentato la vittoria. Justin VanHavermaet fa la parata con un placcaggio sovrano. Evrad si mette in mezzo e fa un altro tiro. Le fiamme non fanno nulla nell’altra metà. Wullaert, Delacauw e Missipo scendono in campo.

READ  ROMA - Il governo italiano dà il via libera agli spettatori agli Europei in Belgio

©Belga

Se Delagau perde palla va al Piemonte. Lo mette bene davanti a Giuliano. Lei spara la palla proprio fuori nell’angolo. Nicky Evrad indica che avrebbe dovuto. Si mette entrambe le mani davanti al viso e guarda la palla tornare indietro.

Giugliano, Giacinta, Girelli, Salvai, due della Roma, due della Juve, le pistole adesso ci sono. Al 70′ i Flames ribattono con il raddoppio. Il castello vacilla. Anche 10. Italia 63% di possesso palla e 8 in porta a 0 tiri.

Cross alto di Wijnants dalla destra. Hannah Urlings mette all’angolo il suo colpo di testa. Schroffenegger apre con una parata di classe. Evrad va rapidamente ai piedi di Grelli. Non molto tempo fa, il Belgio ha perso Laura de Neve. Difesa Von Havermade. Il Belgio dovrebbe finire il torneo con dieci uomini. Un minuto prima della fine, Delagau ha passato la palla a Wullert. Si occupa di Linari e Salvai e spara di traverso. Il suo 72esimo gol per i Flames è arrivato contro l’Italia. Azure merita un punto? Ovviamente. Ci lamenteremo per questo? Non proprio.

Obiettivi: 16′ DeTruyer 1-0 64′ Giuliano 1-1 90′ Wollert 1-2

Ordine: Evrad – Cayman, Keys (Misibo), de Neve, Meersmann (Deleuze) – Vanhavermade, Piesmans – Janssens (Wijnants), DeTruyer (Woullert), Dont (Eurlings) – De Caigny (Delagau)

Belga
©Belga