QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I russi vogliono collegare la centrale nucleare di Zaporizhzhya con la Crimea: “una misura molto pericolosa” | Guerra tra Ucraina e Russia

Le forze russe che occupano la centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhya si stanno preparando a collegarla con la Crimea, che Mosca ha annesso nel 2014. Di conseguenza, secondo l’operatore ucraino Energoatom, i russi stanno causando danni alla centrale nucleare deviando la produzione di energia.

“I militari russi della centrale nucleare di Zaporizhzhya stanno implementando il programma Rosatom per collegare la stazione alla rete elettrica della Crimea”, ha detto alla televisione ucraina Petro Kotin, capo di Energoatum. Pertanto, è necessario, in primo luogo, danneggiare le linee elettriche della centrale collegata alla rete elettrica ucraina. Dal 7 al 9 agosto i russi hanno già distrutto tre linee elettriche. Attualmente, la fabbrica gestisce solo una linea di produzione, che è un modo di lavorare molto pericoloso. Quando l’ultima linea di produzione verrà disconnessa, l’impianto sarà alimentato da generatori diesel. Tutto dipenderà quindi dall’affidabilità e dall’approvvigionamento di carburante”.

In precedenza, Rafael Grossi, direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, ha affermato che la centrale nucleare è fuori controllo:

Cotten ha avvertito che il processo di interruzione dell’alimentazione all’impianto in preparazione al contatto con la Russia è molto pericoloso. “Questa è una situazione pericolosa perché se i generatori si guastano, potrebbe esserci una catastrofe mentre il materiale nucleare si scioglie”, ha detto alla CNN. Confronta le possibili ricadute con il disastro di Fukushima in Giappone nel 2011. “Potrebbe esserci molta radioattività emessa lì. Potrebbe esserci una nuvola o una nuvola radioattiva”, ha detto Cotten.

La centrale nucleare di Zaporizhzhya, la più grande d’Europa, si trova vicino alla città di Energodar sul fiume Dnepr, non lontano dalla Crimea ucraina a sud. Sei dei 15 reattori in Ucraina si trovano nella centrale nucleare di Zaporizhzhya, che può alimentare quattro milioni di case. Passò sotto il controllo russo il 4 marzo, poco dopo l’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio.

READ  Von der Leyen: "Dobbiamo parlare di vaccinazione obbligatoria" | Corona virus cosa devi sapere

Mosca e Kiev si sono accusate a vicenda di aver bombardato la centrale nucleare da venerdì, anche se nessuna fonte indipendente può confermarlo. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha già sollevato lo spettro del disastro di Chernobyl. Il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres ha avvertito che qualsiasi attacco a una centrale nucleare sarebbe “suicidio”.

Sabato l’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha affermato che i rapporti da Zaporizhzhya, dove uno dei reattori è stato spento dopo un attentato dinamitardo il giorno prima, sono “sempre più preoccupanti”. Ha spinto l’Agenzia internazionale per l’energia atomica ad avvertire di un “rischio molto reale di catastrofe nucleare”.

Rivisitate le foto dell’attentato alla centrale nucleare di seguito: